Seguici su

Cerca nel sito

Acqua torbida, a Formia in arrivo l’assemblea popolare

Le associazioni chiedono all'Asl di eseguire, mensilmente, delle analisi chimiche volte a chiarire lo stato di salubrità dell'acqua nel sud pontino.

Formia – Discutere della torbidità dell’acqua e degli esiti del tavolo tecnico tenutosi tra il Prefetto di Latina e i sindaci del sud pontino. È questo l’obiettivo dell’assemblea popolare che si terrà stasera, a Formia, in sala Ribaud, alle 19, voluta espressamente da alcune associazioni locali e in cui interverrà anche il Garante idrico regionale.

Non solo. Le associazioni, esasperate da una situazione, che, stancamente, si ripete sempre più spesso hanno deciso, di comune accordo, di inoltrare anche una lettera al Minostro dell’Ambiente, al Ministro della Salute, all’Ispra, al Presidente della Regione, all’Arera, all’Anac e al Garante del servizio idrico integrato, nella quale, tra le altre cose, di avanza anche una richiesta di risarcimento per l’utenza, dato il periodo prolungato vissuto senza acqua potabile.

Nella lettera, inoltre, le associazioni hanno evidenziato anche come, da parte della Asl, non sia stato fornito alcun riscontro sulle analisi fornite da Acqualatina, nonostante sia stato, più volte, richiesto l’intervento dell’Ente sanitario per fare chiarezza sulla vicenda.

Infine, sempre all’Asl, le associazioni chiedono di eseguire, mensilmente, delle analisi chimiche volte a chiarire lo stato di salubrità dell’acqua nel sud pontino.

(Il Faro on line)