Seguici su

Cerca nel sito

Minturno stringe la mano a Matteo Renzi. Stefanelli passa a “Italia Viva”

Il Sindaco di Minturno: “Ho scelto di aderire a Italia Viva per costruire un nuovo soggetto politico con chi che continua a credere in un ideale riformista democratico e liberale”.

Minturno – Minturno stringe la mano a Matteo Renzi. Per la città del sud pontino, infatti, il 2020 si è aperto con una nuova tessera partitica: quella del sindaco Gerardo Stefanelli, che, in rotta di collisione con i dem di Zingaretti, qualche mese fa, sulle note di Tommaso Paradiso, aveva ufficializzato il suo addio al Pd (leggi qui) e, che, ora, invece, concretizza la “svolta”, con il suo passaggio a “Italia Viva”.

Una scelta, per certi versi, già annunciata, visto il rapporto politico, ma anche di amicizia, che lega il Sindaco all’ex Premier. Una scelta che, però, al contempo, fa conquistare ad Italia Viva il suo primo sindaco nella provincia pontina.

Stefanelli: “Con Italia Viva per costruire un nuovo futuro”

Ho scelto di aderire a Italia Viva e alla sfida lanciata da Matteo Renzi – afferma Stefanelli – per costruire un nuovo soggetto politico con coloro che continuano a credere nella necessità di un ideale riformista democratico e liberale”.

E ancora: “Una casa giovane, innovativa, femminista, dove si lanciano idee per l’Italia e l’Europa; una casa adatta ai nuovi tempi che ‘siamo chiamati a vivere’. Una politica viva, fatta di passioni e di partecipazione, di conoscenze e competenze, che si confronta con la realtà guardandola con occhi moderni, attuali, senza pregiudizi e dogmi ideologici, senza le gabbie dei paradigmi del passato”.

Ma, di fatto, per Minturno, questo cambiamento cosa significherà? Stefanelli rassicura: superati i piccoli attriti e le delusioni con i Dem, ora ha ritrovato la volontà di impegnarsi, anche a livello provinciale, per provare a costruire, pur nelle sue difficoltà, un nuovo percorso, una rinascita. Ma, per Minturno, non ci saranno cambiamenti: la sua amministrazione sarà sempre democratica e progressista, quindi, alternativa ai sovranisti e ai populisti. Infine, rassicura Stefanelli, per il momento, non si prevedono cambiamenti neanche per quanto riguarda la composizione della sua Giunta.

(Il Faro on line)