Seguici su

Cerca nel sito

Con ‘Canzonette Morali’ Massimo Leoni approda dalla politica al palco

Canzonette morali” è il primo lavoro discografico di Massimo Leoni, uno dei volti di punta del giornalismo politico e noto commentatore di Skytg24, reduce dal successo della presentazione live all’Auditorium Parco della Musica.

Leoni è nella musica da sempre, canta per passione, ma la tratta come un lavoro. Tre anni come solista nella big band diretta dal trombonista Massimo Pirone, lo si trova spesso in giro a cantare con la “Scoop Jazz Band” composta da giornalisti musicisti uniti per divertire il pubblico divertendosi.

Canzonette morali” è un disco raffinato e complesso con molti riferimenti musicali interessanti e con un titolo ironico, o forse non troppo: canzonette, quelle del disco proprio non sono, e, se una morale c’è, è quella di un’opera sincera fino all’ingenuità, ma dalla scrittura decisamente matura.  Leopardiano?  “Sì, certo – ammette Massimo – ma le canzonette sono ciò con cui da sempre l’Italia intrattiene sè stessa. Invece la morale sembra un po’ dimenticata…”

Tredici le canzoni, composte in un lungo arco di tempo, che Leoni definisce ‘musica per adulti’: “nel senso, che non è trap, non è rap e ha poco a che fare con il mainstream” – spiega.

Canzone d’autore, echi di progressive rock, impianto musicale importante per i brani interamente composti dal musicista. Nel disco, ospiti d’eccezione, grandi voci femminili, in particolare il duetto con Giorgia su “Pensieri dalla zattera”, e quello con Susanna Stivali in “Pioggia dolce”.

Oltre al vocalist Leoni, Andrea Pavoni e Alfredo De Donno alle tastiere e computer programming, Gianluca D’Alessio e Fabiano Lelli alla chitarra, Alessandro Sanna al basso e contrabbasso e Adamo De Santis alla batteria. https://www.youtube.com/watch?v=mcakqsGXZAI -Teaser – https://youtu.be/xR6Qjevo-6I – www.massimoleoni.it