Seguici su

Cerca nel sito

Viabilità a Pomezia, scoppia la polemica sulle decisioni del Sindaco

Mengozzi e l’ex sindaco Fabio Fucci hanno commentato duramente la scelta di Adriano Zuccalà.

Più informazioni su

Pomezia – l’Amministrazione Comunale aveva approvato, lo scorso dicembre, la proposta di revisione del programma integrato della società Petromarine. Tale proposta prevede una nuova strada di collegamento tra via del Mare e via Gronchi e va a sostituire l’accordo raggiunto dalla precedente Amministrazione Fucci, che prevedeva invece un collegamento tra la Via del Mare e la Pontina, in modo tale da fornire alla città un collegamento tra la statale 148 e Torvaianica.

Questa mattina l’ex sindaco Fabio Fucci ha commentato duramente la scelta del sindaco di Pomezia, Adriano Zuccalà: “È stato annullato l’accordo che si era raggiunto durante il mio mandato da sindaco, – afferma Fucci – con cui si ottenne la realizzazione di una strada parallela alla via del Mare che dall’uscita Pontina di Monte d’Oro sarebbe andata diretta a Torvaianica, offrendo finalmente una viabilità alternativa alla via del Mare. Arteria, quest’ultima, notoriamente congestionata che, con la realizzazione del complesso che sta nascendo dove prima esisteva il vecchio Mc Donald’s, andrà a subire un ulteriore incremento di traffico”.

Si è persa l’unica occasione di realizzare un intervento infrastrutturale di alleggerimento del traffico cittadino e anche questa volta l’attuale giunta si dimostra poco attenta ai bisogni dei cittadini e animata da improvvisazione e dilettantismo” conclude l’ex Sindaco.

Anche Stefano Mengozzi, consigliere comunale di centrosinistra, si è espresso al riguardo, criticando sia le scelte passate dell’Amministrazione Fucci che quelle dell’Amministrazione attuale: “Come si fa a non capire che la viabilità ed il traffico sono diventati la grande questione da affrontare per migliorare la vita dei cittadini di Pomezia? – scrive Mengozzi -Siamo prigionieri delle colonne di automobili ferme al centro città e ancora devono essere realizzate le nuove lottizzazioni che porteranno altri cittadini ed altre automobili nel centro urbano.E ancora una volta, davanti ad una soluzione che potrebbe essere a portata di mano, chi governa la città adotta soluzioni sbagliate!”

“L’ex sindaco Fucci ci ha condannati al traffico di mezzi pesanti su via dei Castelli Romani, via della Maggiona e via Laurentina per essersi opposto alla strada Pomezia-Santa Palomba (già interamente finanziata).– continua Mengozzi – Adesso arriva il bis dell’attuale sindaco, che ha chiesto ai costruttori proponenti l’accordo urbanistico Petromarine (via del Mare, ex Tacconi) di modificare il progetto: niente strada di collegamento con la Pontina, ma una strada che attraversa la Macchiozza per arrivare su via Gronchi (il collegamento Pomezia-Torvaianica Alta).Non ci siamo proprio!

Continuiamo a far girare automobili dentro Pomezia, con il rischio – in questo caso – di mandare in tilt il quartiere di Nuova Lavinium.Governare significa avere visione, prospettiva. Ci batteremo per un progetto di viabilità che possa essere davvero alternativo per migliorare la qualità della vita dei cittadini di Pomezia!”
L’assessore Luca Tavolieri ha spiegato il motivo di questa scelta, illustrandone i vantaggi:  “Abbiamo optato per questa scelta sulla base di dati scientifici oggettivi, non su percezioni e sensazioni. – commenta Tavolieri – Gli studi commissionati dal Comune hanno identificato come causa principale del traffico, sulle arterie come la via del Mare, l’esigenza dei cittadini di raggiungere il centro della città piuttosto che Roma.

Il traffico risulta legato a chi accompagna bambini o ragazzi presso gli edifici scolastici […]”. Tale arteria consentirà il collegamento del nuovo quartiere con la città e il ricongiungimento di un quadrante molto più ampio che comprende Viceré, Torvaianica Alta, Parco della Minerva e 16 Pini e Macchiozza”.

“L’idea precedente – conclude Tavolieri – della strada di collegamento con Monte D’Oro risulta ridondante rispetto al collegamento verso la via di Pratica di Mare già previsto con due possibilità: attraverso via Arno provenendo da Torvaianica e attraverso la rotonda di via di Pratica di Mare provenendo dalla via del Mare. La strada precedentemente prevista verso Monte D’Oro, inoltre, avrebbe intercettato la via di Pratica di Mare prima dell’aeroporto (direzione Roma) che genera spesso ostruzioni al traffico. La strada avrebbe quindi peggiorato la viabilità da e verso Roma”.

(Il Faro online)

Più informazioni su