Seguici su

Cerca nel sito

Farmacisti in aiuto: un “lasciapassare” agli studi per Soorya

Tullio Dariol: "Un pacco di cibo mensile può diventare un mezzo concreto con cui aiutare una ragazza a proseguire gli studi"

Più informazioni su

Farmacisti in aiuto – Soorya è sorridente. Questo si ricorda di lei una volta che la si è incontrata. Vive in un villaggio non facile da raggiungere, fatto prevalentemente di capanne o di case di fortuna. Non sono in molti a poter vivere in una casa di mattoni, e l’umidità in queste terre monsoniche non è certo una rarità. Quasi per tutti gli studenti la sveglia suona alle 5 di mattina perché tra preparativi e viaggio, 4 ore sono proprio necessarie! Non si può certo far tardi ad entrare in classe al suono della campanella alle 9.

Una ragazza “grande” come lei è una delle potenziali vittime della dispersione scolastica: spesso, infatti, i giovani maschi e femmine di questa età (l’equivalente dei nostri liceali), sono costretti ad abbandonare gli studi perché la spesa non è sostenibile per la famiglia o, ancor più di frequente, a questo si aggiunge il fatto che sia necessario dare una mano nelle attività di famiglia, lavorative o di gestione della casa. Così garantire un sostegno a distanza a queste famiglie è lo strumento con cui Farmacisti in aiuto, così come altre associazioni no profit, contrasta l’abbandono della scuola.

“Soorya è sostenuta da tanti anni da un benefattore – dichiara Tullio Dariol, presidente di Farmacisti in aiuto Onlus – che ha preso veramente a cuore la situazione di questa ragazza e si è affezionato a tutta la famiglia. “Come fosse una figlia” ci dice spesso quando abbiamo occasione di parlare. Nel corso del tempo ha contribuito generosamente alle necessità della famiglia e da alcuni anni ha scelto di pagare lui l’affitto annuale della casa in cui abita e di far consegnare loro anche un pacco cibo mensile. Questo supporta ovviamente l’intera famiglia di Soorya, anche perché la mamma soffre di anemia e spesso deve assentarsi da lavoro per essere curata”.

In questo senso un pacco di cibo mensile può diventare un mezzo concreto con cui aiutare una ragazza a proseguire gli studi. Ed è così che a Maggio scorso (mese di inizio delle scuole in India), Soorya ha iniziato con orgoglio un nuovo anno scolastico e in questo periodo ha sostenuto gli esami di metà anno.

“Nella nuova scuola ha conosciuto nuovi insegnanti, nuovi compagni e amici cui vuole bene. Gli insegnanti sono affettuosi e collaborativi e la aiutano nello studio. La scuola è molto lontana da casa, pertanto deve muoversi in autobus. Svolge i compiti a casa e gli altri lavori scolastici con assiduità. Le materie di studio sono ostiche, così si fa aiutare nei compiti da insegnanti e compagni” – hanno scritto i referenti locali che la seguono a Puruthippara, India.

“A volte non immaginiamo nemmeno quanto un piccolo aiuto possa cambiare in meglio la vita di una persona – conclude Tullio Dariol, presidente di Farmacisti in aiuto. Lo tocco con mano quotidianamente quando ricevo i feedback da volontari e persone che sosteniamo con il fondo di solidarietà attivo nel Comune di Fiumicino; ma ho sempre sotto gli occhi i sorrisi delle mamme, i sospiri di sollievo dei cari che vedono questi bambini e bambine uscire di casa con uno zainetto sapendo che, anche se con un po’ di difficoltà, riusciranno a coltivare la loro formazione e avranno qualcosa da mettere nel piatto. E questo è possibile solo grazie a tante persone come il sostenitore di Soorya, che scelgono di rinunciare ad un maglione in più, un oggetto in più e condividere. Fidatevi, avere una ‘cosa’ in meno, sapendo che è stata consegnata in forma diversa a qualcuno che ne ha realmente bisogno, cambia le tue prospettive. E in meglio!”.

Per maggiori informazioni
Per avere ulteriori informazioni, contribuire o sostenere in altro modo i nostri progetti vi invitiamo a visitare il nostro sito www.farmacistiinaiuto.org, la nostra pagina facebook /FarmacistiinaiutoOnlus – alla nostra pagina personale sul Quotidiano online “Il Faro” – a contattarci via mail segreteria@farmacistiinaiuto.org oppure contattare la nostra segreteria al 346-4360567.

Fai una donazione oggi: aiutaci… ad aiutare!
Un aiuto concreto, a cui puoi partecipare anche tu con una donazione una tantum o periodica, o donando il tuo 5×1000.

Più informazioni su