Seguici su

Cerca nel sito

Sabaudia aderisce a “Nati per leggere”, firmato il protocollo d’intesa foto

Per chi fosse interessato a diventare volontario del progetto, il 14 e 15 febbraio 2020 (venerdì 14:00-18:00 e sabato 9:00-18:00) può partecipare al corso di formazione che si terrà presso la biblioteca comunale

Sabaudia – Con la firma del protocollo d’intesa tra Comune, Nati per Leggere (NpL) e Asl, la città di Sabaudia ha aderito ufficialmente al Programma nazionale finalizzato alla promozione della lettura fin dalla nascita.

Il patto è stato sottoscritto ieri mattina presso la biblioteca “F.Iannella” (centro documentazione Mazzoni) al termine dell’incontro di presentazione a cui hanno preso il sindaco Giada Gervasi, il direttore distretto Asl 2 Giuseppina Carreca, la psicologa e psicoterapeuta Marianna Totani (propositrice del progetto al Comune), la referente locale del progetto Romina Mattarelli, Egizia Cecchi del coordinamento Nati per leggere Lazio e Sergio Renzo Morandini, medico pediatra e vincitore del Premio Nazionale Nati per Leggere. Il confronto è stato moderato dal consigliere delegato ai percorsi culturali Francesca Avagliano.

La sigla dell’accordo ha dato l’incipit ad una serie di iniziative che coinvolgeranno i bambini fino ai 6 anni e le loro famiglie con attività che si terranno nei locali della Asl in via Conte Verde e nella biblioteca stessa dove è in corso di allestimento una sala lettura dedicata proprio ai più piccini. Tra le azioni programmate anche quella di coinvolgere la comunità indiana presente sul territorio attraverso mediatori culturali favorendo in tal modo, non solo un’esperienza importante per lo sviluppo cognitivo dei bambini, ma anche la possibilità per tutti i genitori di relazionarsi e creare opportunità di integrazione.

NpL, nato nel 1999 dalla collaborazione tra Associazione culturale pediatri, Associazione Italiana biblioteche e Centro per la salute del bambino, oggi è diffuso su tutto il territorio nazionale con più di 800 progetti locali che coinvolgono oltre 2000 Comuni tra cui Sabaudia. I progetti locali sono promossi da bibliotecari, pediatri, educatori, operatori sanitari ma anche enti pubblici e terzo settore e vedono in prima fila la fattiva collaborazione dei volontari NpL che svolgono un’importante azione di promozione e diffusione del valore della lettura comunicando con i genitori.

Per chi fosse interessato a diventare volontario del progetto “Nati per Leggere”, il 14 e 15 febbraio 2020 (venerdì 14:00-18:00 e sabato 9:00-18:00) può partecipare al corso di formazione che si terrà presso la biblioteca comunale.

“Con l’adesione a “Nati per Leggere” – dichiarano il sindaco Giada Gervasi e il consigliere delegato ai percorsi culturali Francesca Avagliano – l’Amministrazione comunale prosegue nel percorso culturale volto a favorire la crescita, emotiva, cognitiva e relazionale dei più piccoli coinvolgendo direttamente le loro famiglie a cui viene dato uno strumento per consolidare l’indissolubile legame genitoriale. Il progetto Npl non rappresenta solo un momento di sviluppo personale per i bambini ma anche un’occasione in cui i genitori potranno condividere con loro e tra di loro un’esperienza di comunità volta all’integrazione. Questa attività si inserisce nel quadro delle iniziative previste dall’Amministrazione per i nuovi nati come quella di un “Albero per ogni nato”, avviata nei mesi scorsi e accolta con entusiasmo da tutti.

E’ doveroso un ringraziamento ai promotori del progetto NpL e un particolare plauso alla psicologa e psicoterapeuta Marianna Totani per averci proposto questo stimolante percorso di crescita culturale per la città di Sabaudia”, concludono.

(Il Faro online)