Seguici su

Cerca nel sito

Riserva del Litorale Romano, il Comitato FuoriPista: “Bene il piano di gestione, ora si rilanci il territorio”

"Il Comitato FuoriPista ha in programma di promuovere un secondo Convegno per mettere a confronto proposte e progetti di valorizzazione della Riserva con il coinvolgimento di tutte le realtà locali che lo vorranno"

Fiumicino – “Finalmente è stato approvato il Piano di gestione della Riserva e il relativo Regolamento (leggi qui). Un atto che si attendeva da ben 24 anni e un risultato al quale abbiamo contribuito come Comitato FuoriPista in modo rilevante, promuovendo a Maccarese il Convegno sulla Riserva dell’aprile 2016″.

E’ quanto si legge in un comunicato diffuso dal Comitato FuoriPista, che prosegue: “Insieme ad altre realtà associative, e partecipando attivamente a tutto il lungo iter procedurale dell’assoggettamento alla Verifica Ambientale Strategica.

E’ un grande risultato per il territorio, che da ora in avanti avrà tutti gli strumenti per fare della Riserva una risorsa, anche economica, a tutti gli effetti e per ripensare in modo strategico al territorio mettendo a frutto tutte le sue potenzialità. A questo scopo il Comitato FuoriPista ha in programma di promuovere un secondo Convegno per mettere a confronto proposte e progetti di valorizzazione della Riserva con il coinvolgimento di tutte le realtà locali che lo vorranno.

L’approvazione è un grande risultato anche per bloccare chiunque volesse perseverare nei progetti di allargamento dell’aeroporto o del suo raddoppio; ricordiamo infatti che l’iter Via della bocciatura del Masterplan 2030 non è ancora terminato e fino a quando i tempi non sono scaduti sono sempre possibili ricorsi e colpi di coda.

L’approvazione ufficiale del Piano di Gestione mette una pietra tombale su ogni velleità di costruire un aeroporto dentro la Riserva e – ci auguriamo – anche sull’ipotesi di chi vorrebbe ritagliarne gli spazi e magari ripensare a un nuovo perimetro che consenta nuove piste!

Importante anche l’approvazione della mozione presentata in Consiglio Comunale sull’Iresa (leggi qui): sia nei confronti della Regione Lazio, affinché trasferisca tutti i fondi dell’Iresa ai Comuni di Fiumicino e Ciampino, e non solo il 10%, in modo da disporre di un sistema di monitoraggio dell’inquinamento degno di questo nome, sia nei confronti dell’Enac affinché aggiorni la zonizzazione rimasta ferma al 2005″.

(Il Faro online)