Seguici su

Cerca nel sito

Uccise la moglie a colpi di pistola: arrestato a Latina un ricercato internazionale

La Corte d’Appello di Roma ha convalidato l’arresto e nei prossimi 40 giorni il Pakistan potrà richiederne l’estradizione.

Latina – Personale della Squadra Mobile, in collaborazione con l’Ufficio Immigrazione, ha arrestato un cittadino pakistano, nato nell’89, ricercato in ambito internazionale per omicidio aggravato.

Nei giorni scorsi, gli investigatori della Questura sono stati allertati dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia della Direzione Centrale della Polizia Criminale per una nota di rintraccio emessa da Interpol, che ha esteso le sue ricerche in ambito internazionale in quanto responsabile dell’omicidio della moglie.

L’uomo, nel febbraio del 2018 insieme con alcuni complici rimasti sconosciuti, si introdusse nella sua abitazione in Pakistan ed uccise la moglie esplodendole contro diversi colpi di pistola. Il movente del folle gesto sarebbe stato da ricondurre al divorzio tra i due coniugi.

Le immediate attività investigative messe in campo dagli investigatori hanno permesso di scoprire che il cittadino pakistano, latitante da due anni, è titolare di un permesso di soggiorno per motivi umanitari ed in attesa di rinnovo del titolo proprio da parte dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Latina.

Quando l’uomo si è recato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Latina, ad attenderlo ha trovato gli agenti della Squadra Mobile che lo hanno bloccato ed arrestato.

Al termine delle formalità di rito, il pakistano è stato associato presso la locale casa circondariale a disposizione dell’autorità giudiziaria. Questa mattina la competente Corte d’Appello di Roma ha convalidato l’arresto e nei prossimi 40 giorni il Pakistan potrà richiederne l’estradizione.

(Il Faro online)