Seguici su

Cerca nel sito

Kobe Bryant, volo dell’elicottero in condizioni avverse

Lo indicano gli investigatori in base alle indagini. Il pilota era in contatto con la torre di controllo. Pochi minuti e poi il silenzio. Rinviato il derby tra Lakers e Clippers

Più informazioni su

Los Angeles – In volo nonostante le condizioni meteo estreme per la fitta nebbia. L’elicottero che si è schiantato causando la morte della star della Nba Kobe Bryant la figlia Gianna e altre sette persone, stando alle comunicazioni finali del pilota indicano, secondo gli investigatori, che stava salendo di quota per evitare lo strato di nubi.

La fitta nebbia, che aveva indotto il dipartimento di polizia di Los Angeles a lasciare a terra i suoi elicotteri, è indicata come una delle possibili cause della tragedia. Kobe Bryant e la moglie Vanessa avevano un patto: non avrebbero mai volato insieme su un elicottero. Nba ha rinviato il derby di Los Angeles tra Lakers e La Clippers.

Le comunicazioni finali del pilota dell’elicottero schiantatosi causando la morte della star Nba Kobe Bryant e di altre otto persone indicano che stava salendo di quota per evitare lo strato di nubi. Lo riferiscono gli investigatori, aggiungendo che lo schianto ha lasciato una scena devastante.

Il pilota aveva chiesto una autorizzazione speciale a volare nella fitta nebbia pochi minuti prima dello schianto ed era ad un’altezza di 427 metri. Poi aveva richiesto ai controllori di volo di fornire un collaboratore che seguisse il volo ma gli era stato detto che l’elicottero volava troppo basso. Circa quattro minuti dopo, il pilota ha informato che stava salendo per evitare uno strato di nubi. Quando gli e’ stato chiesto cosa intendeva fare, non c’e’ stata risposta. Il data del radar indicano che l’elicottero era salito a 701 metri e poi ha cominciato a precipitare verso sinistra.

La partita tra Lakers e Clippers rinviata a data da destinarsi

Il derby di basket di Los Angeles tra Lakers e LA Clippers, in programma allo Staples Center, è stato rinviato. Lo ha annunciato la NBA dopo la morte della star del basket planetario. “La decisione è stata presa per rispetto verso i dirigenti e la squadra dei Lakers, profondamente addolorata per la tragica perdita della leggenda del club Kobe Bryant, della figlia Gianna e di altri sette persone in un incidente in elicottero domenica scorsa“. Ha aggiunto in una nota la Nba.

(Il Faro on line)(fonte@ansa)

Più informazioni su