Seguici su

Cerca nel sito

Roma 2020 World Cup, triplo oro per Nino Pizzolato

In svolgimento al Pala Pellicone di Ostia la Coppa del Mondo valida per i punti olimpici. Doppio bronzo per Giorgia Bordignon. Medaglie importanti in prospettiva olimpica

Ostia – Nella terza giornata di gare alla “Roma 2020 Weightlifting World Cup“, la Coppa del Mondo di Pesistica in corso al PalaPellicone di Ostia, arrivano nuove medaglie azzurre: 3 ori per Nino Pizzolato, protagonista della categoria 81 kg e 2 bronzi per Giorgia Bordignon, nella categoria 64 kg.

Sale quindi a 11 il bottino azzurro a questa Coppa del Mondo, categoria ‘silver’ valida per la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Domani alle 12.30 ultima atleta azzurra in gara: si tratta di Alessia Durante, impegnata nella 71 kg.

Le gare di oggi degli Azzurri

Davanti al gremito pubblico del PalaPellicone, Nino Pizzolato piega la resistenza del formidabile avversario statunitense Harrison James Maurus e ha la meglio in tutte le specialità nella categoria 81 kg: per lui oro di strappo con 160 kg, oro di slancio con 195 e oro dunque di totale con 355 kg. Dietro di lui Harrison Maurus con 353 (158 + 195) e il canadese Alex Bellemarre, terzo con 323 kg (148 + 175).

Nella 64 kg svetta la rumena Loredana Toma che, con 6 prove valide su 6, vince con notevole margine sulle avversarie: per lei uno strappo a 113 kg, uno slancio a 136 kg per un totale di 249. Argento per la canadese Maude Charron con 235 (105 + 130), bronzo per l’azzurra Giorgia Bordignon che scalza le inglesi e conquista il terzo gradino del podio, facendo un importante passo avanti in prospettiva olimpica. Per lei un totale di 225 kg, frutto di uno strappo a 102 kg e di uno slancio a 123 kg.

Le dichiarazioni

Dopo la brutta avventura alla Coppa del Mondo in Qatar di dicembre, in cui Nino Pizzolato è finito fuori gara, c’era bisogno di un ottimo risultato sul palcoscenico romano per potersi riscattare: “Il Qatar è stata una brutta esperienza, vissuta male sin da subito. Poi ho cominciato a vederla come un allenamento andato male per potermela lasciare alle spalle. Avevo voglia di riscattarmi e conquistare questo podio, che è stato fondamentale per il mio percorso; oggi sono stato io, anche se non ho fatto i chili che volevo sono riuscito a tirare fuori il meglio di me”. Dopo i tre ori conquistati alla Coppa del Mondo di Roma, ora testa all’Europeo di aprile a Mosca: “Adesso testa bassa e lavorare. Da oggi inizia un nuovo percorso; mi conosco bene e so dove devo lavorare per fare ancora meglio di oggi. L’unica cosa che importa è avere fame di vittoria e io ne ho tanta. Tokyo è sempre più vicina e non vedo l’ora di varcare quella pedana per dimostrare chi è Nino Pizzolato“.

Sulla pedana della “Roma 2020 WWCup” arrivano due preziose medaglie di bronzo per Giorgia Bordignon che alimentano le speranze di arrivare a Tokyo per Giorgia Bordignon: “E’ un risultato importantissimo in vista della qualificazione, ancora di più perché stanno tornando i ‘miei’ chili. Fortunatamente le inglesi sono rimaste indietro e mi hanno regalato questo passo in avanti in prospettiva Tokyo 2020. La preparazione adesso è focalizzata sugli Europei sperando di migliorare il totale e di lasciare ancora più indietro le inglesi“.

(Il Faro on line)