Seguici su

Cerca nel sito

Roma, scoperta al Pigneto una “boutique del falso”

Sequestrati oltre 1.500 articoli contraffatti recanti griffe di case dell’alta moda.   

Più informazioni su

Roma – Era una vera e propria “boutique del falso” quella scoperta dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, che hanno denunciato due persone all’Autorità Giudiziaria della Capitale e sequestrato oltre 1.500 articoli contraffatti recanti griffe di case dell’alta moda.   

All’attenzione delle Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano di Roma, coordinate dal I Gruppo, non è sfuggito il continuo andirivieni di persone in un appartamento nel cuore del quartiere Pigneto, da cui uscivano con confezioni riportanti i segni distintivi di firme del settore dell’abbigliamento.

Dopo aver monitorato la situazione per alcuni giorni, i militari hanno deciso di perquisire l’appartamento, al cui interno un cittadino senegalese aveva ordinatamente esposto capi ed accessori delle marche più note – “Chanel, “Gucci”, “Hermes”, “Louis Vuitton”, “Nike”, Adidas”, “Colmar”, “K Way”, “Ciesse Piumini”, “Napapijri”, “Woolrich” e “Stone Island” – tutti perfettamente confezionati, con tanto di etichetta e di “certificato di garanzia”.

L’uomo – già destinatario di un provvedimento di espulsione dal territorio dello Stato – dovrà rispondere dei reati di ricettazione e detenzione per la vendita di merce contraffatta, mentre il proprietario dell’appartamento è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per avere violato la normativa sull’ingresso e il soggiorno in Italia avendo affittato l’immobile di proprietà a un cittadino extracomunitario clandestino.

L’immobile è stato conseguentemente sottoposto a sequestro preventivo, misura convalidata dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale.

Più informazioni su