Seguici su

Cerca nel sito

Acqualatina, a Gaeta e Minturno continuano le attività di risanamento delle reti

I lavori a Gaeta, frutto della sinergia tra Comune e Gestore del servizio idrico, saranno realizzati tramite una tecnologia sperimentale denominata Pipecare.

Più informazioni su

Gaeta e Minturno – Proseguono i lavori di Acqualatina per il risanamento delle reti nei Comuni di Gaeta e Minturno, già avviati nelle scorse settimane.

La situazione a Gaeta

 I lavori a Gaeta, frutto della sinergia tra Comune e Gestore del servizio idrico, saranno realizzati tramite una tecnologia sperimentale denominata Pipecare che prevede l’impiego di un particolare tipo di resina non dannosa per la salute umana.

Si tratta di interventi che permetteranno di recuperare tratti di condotte ammalorate e di ridurre notevolmente le dispersioni idriche presenti nel territorio. Nell’ambito di tali interventi, per garantire il corretto svolgimento di lavori, si renderà necessario effettuare una serie di interruzioni idriche nelle zone di Corso Italia, Via Torino, Via Serapide e Via Roma. Le interruzioni verranno effettuate una zona per volta a partire da lunedì 10 fino a giovedì 13 febbraio dalle ore 08.00 fino alle ore di 17.00.

Acqualatina rende noto che, in tutte le zone coinvolte, sarà messo a disposizione delle utenze un servizio sostitutivo tramite autobotte.

La situazione a Minturno

Sulla situazione delle dispersioni idriche a Minturno è intervenuto il sindaco Gerardo Stefanelli che ha fatto sapere: “Abbiamo incontrato il management tecnico di Acqualatina Spa per fare il punto sui lavori di recupero delle dispersioni nel nostro territorio. Un lavoro iniziato nel 2018 che consentirà di impegnare sul territorio minturnese circa 2,3 milioni di euro, con cui sostituire completamente 17 km di rete, pari all’8% di quella idrica cittadina.”

Il Sindaco ha poi annunciato i prossimi interventi: completamento e messa in esercizio della nuova rete di distribuzione a Scauri centro; completamento, nel tratto  San Marco-Genzano, dei lavori per la redistribuzione della risorsa idrica che arriverà dalla condotta di Cellole (Caserta); risanamento della condotta in Corso del Popolo a Tufo.

Inoltre, nel corso dell’incontro i rappresentanti dell’Amministrazione minturnese hanno chiesto di dare attuazione ai seguenti programmi: intervento di manutenzione nel tratto di fognatura tra le località Genzano e Sauzo; realizzazione di uno scolmatore nonché delle altre opere finalizzate ad eliminare gli inconvenienti presenti nel tratto terminale del Rio Capodacqua, a Scauri vecchia; integrazione delle analisi periodiche effettuate in vari tratti del Rio Recillo con l’azoto nitroso, l’azoto nitrico e il fosforo totale; attraversamento inerente alla condotta idrica proveniente da Cellole, sulla via per Castelforte, in località San Marco; realizzazione della nuova condotta distributrice tra le località Genzano e San Marco; risoluzione delle problematiche emerse in Via Pizzo Balordo; e l’integrazione delle analisi inerenti alla torbidità dell’acqua potabile, con particolare riferimento ai periodi in cui si registrano eventi meteorici di notevole intensità.

All’incontro hanno partecipato gli ingegneri Ennio Cima e Stefano Fabietti (per la società Acqualatina), il Sindaco Gerardo Stefanelli, l’Assessore ai Lavori Pubblici Mino Bembo e il delegato alle Politiche Ambientali Roberto Rotasso (per il Comune di Minturno).

(Il Faro on line)

Più informazioni su