Seguici su

Cerca nel sito

Federica Brignone seconda in discesa: “Stagione incredibile”

Ancora sul podio l’atleta dei Carabinieri. Nono podio in Coppa del Mondo. Goggia quarta

Garmisch – Se la dominatrice della Kandahar di Garmisch è la padrona di casa Viktoria Rebensburg, autrice di una discesa perfetta e vincitrice con il tempo finale di 1’41″94, Federica Brignone conferma nella discesa odierna la sua poliedricità e la grande competitività che contraddistingue questa sua stagione, nella quale quando non vince è sul podio.

Si tratta infatti del nono podio stagionale per la 29enne dei Carabinieri, tra cui spiccano 4 vittorie, 4 secondi posti e 1 terzo posto: il tutto in quattro discipline diverse.

Anche oggi, nella difficile discesa tedesca, Federica Brignone, pur partita senza punti di riferimento, visto il pettorale numero 2, con la 1 non partita, è riuscita ad interpretare nel migliore dei modi sia la parte più veloce che quella più tecnica, dove c’era da portare la massima velocità in curva. A parte Rebensburg, chiaramente a suo agio sulla pista di casa, Brignone è stata pressoché perfetta, concludendo con 61 centesimi di distacco dalla vincitrice. Sul terzo gradino del podio si piazza la ceca Ester Ledecka, staccata di 83 centesimi dalla Rebensburg, mentre quarta è Sofia Goggia, autrice di una discesa molto migliore di quella della prova cronometrata, ma forse un po’ prudente in alcuni tratti. La campionessa bergamasca è comunque con le migliori, a 95 centesimi dalla vetta, e potrà rifarsi nel superG di domenica.

Battuta Corinne Suter, la grande favorita della vigilia, che invece si deve accontentare del quinto posto a 98 centesimi dalla Rebensburg.

Bene ancora Francesca Marsaglia, che deve a qualche piccolo errore il ritardo di 1″77, ma che ottiene comunque un’ottima nona piazza, mentre è 13esima Marta Bassino con 2″11 di ritardo. Al 20esimo posto si è piazzata Elena Curtoni, con 2″68 di ritardo, Laura Pirovano è 26esima, più attardate invece Nicol e Nadia Delago. Non è partita Verena Gasslitter.

Nella classifica di specialità guida sempre Corinne Suter con 317 punti, ma sale di due posizioni Federica Brignone che arriva al quarto posto  a quota 234, dietro Shiffrin e Ledecka. Nella generale, Brignone sale a 1035 punti e mantiene il secondo posto dietro a Shiffrin, diventando la seconda azzurra di sempre come totale di punti stagionali (record di Goggia 1197 nel 2017) e la terza capace di salire sopra quota 1000.

Brignone: “Questa stagione sta andando sempre più in salita e per me è semplicemente incredibile. So cosa posso fare con i miei sci, ho una grande confidenza con loro, e penso che l’atteggiamento stia facendo la differenza. Oggi è una vera discesa e sono davvero contenta di come ho sciato. Dopo Bansko se ne sono sentite di tutti i colori, sulla pista. Oggi invece è una vera discesa e ho cercato di spingere al massimo, sapevo di aver fatto un errore in cima, però sono stata veloce. Ho dato il massimo e sono soddisfatta: oggi la Rebensurg era imbattibile. Oggi davvero non guardo i punti, Mikaela non è qui e mi dispiace molto per quello che le è successo. Io faccio le mie gare e guardo ai miei risultati e preferisco non parlare del dolore altrui. Domani c’è il superG, io ci proverò. Ripartirò da come ho sciato oggi e vedremo il risultato“.

Goggia: “Rispetto alla prova ho abbassato il tempo, anche se dopo Bansko non era così semplice affrontare questa gara. Era una questione di fiducia e di appoggi che in prova proprio non avevo trovato. Non male, ma c’è ancora margine per andare più veloce. Non manca molto, piano piano limerò i miei tempi. Nel superG cercherò di trovare gli appoggi migliori e poi il risultato lo vedremo a fine gara“.

Ordine d’arrivo DH femminile Garmisch – Partenkirchen:

  1. Viktoria Rebensburg GER 1’41″94
  2. Federica Brignone ITA +0″61
  3. Ester Ledecka CZE +0″83
  4. Sofia Goggia ITA +0″95
  5. Corinne Suter SUI +0″98

(Il Faro on line)