Seguici su

Cerca nel sito

Maricetta Tirrito: “Junior Cally accanto alle associazioni contro la violenza sulle donne? Bene, ma che non sia solo uno spot”

Fiumicino – “L’iniziativa di Junior Cally di devolvere parte del ricavato della sua prima partita da giocatore di calcio del Fiumicino 1926 (leggi qui) è da considerare positiva se agganciata a una vera riflessione sul peso delle parole e su quanta violenza ci può essere dietro all’immagine della donna usata solo come sfogo di propri istinti sessuali, priva di ogni dignità”. Lo afferma Maricetta Tirrito, presidente del Laboratorio Una Donna, che opera a livello nazionale

“L’auspicio – prosegue – è che sia davvero il primo passo verso una rieducazione personale, e un punto di svolta rispetto ai testi delle sue canzoni. Qualche settimana fa, in occasione del Festival di Sanremo, ha dichiarato che avrebbe riscritto le stesse cose, con gli stessi testi, nello stesso modo. Spero abbia capito che quel modo di presentare la donna è inaccettabile, e non può essere un modello per i giovani.

Se dunque si trattasse solo di uno spot per lavarsi la coscienza, ne faremmo volentieri a meno. Quando invece sia davvero una crescita come persona e come artista – conclude Maricetta Tirrito -, allora salutiamo positivamente questa maturazione. Quale sia la verità lo vedremo dai testi delle prossime canzoni”.