Seguici su

Cerca nel sito

Al Castello di Santa Severa sbarca la musica indipendente

Oggi e domani saranno due giornate piene di workshop, training per musicisti, concerti live allo scopo di creare networking tra giovani talenti e addetti ai lavori del settore

Santa Marinella – Questo fine settimana, venerdì 14 e sabato 15 febbraio, il Castello di Santa Severa, spazio della Regione Lazio gestito da Laziocrea in collaborazione con il Comune di Santa Marinella e Coopculture, ospita in Sala Nostromo, un evento di Indie Contemporaneo, che punta all’informazione per i giovani musicisti e appassionati del settore musicale. Due giornate piene di workshop, training per musicisti, concerti live allo scopo di creare networking tra giovani talenti e addetti ai lavori del settore.

indie contemporaneo

Clicca per ingrandire

L’indie italiano nasce intorno ai primi anni Duemila e contrariamente a quello che si crede, la parola “indie” non identifica un genere, ma comprende tutti quei cantanti che non sono associati a grosse case discografiche, le cosiddette “major”, e – evento quasi raro al giorno d’oggi – non sono stati lanciati da un talent show televisivo. In Italia, tuttavia, il termine è spesso associato proprio a un vero e proprio genere musicale, anche se sempre legato alla produzione indipendente. L’iniziativa fa parte del programma di valorizzazione del Castello di Santa Severa come centro di Posta giovanile nell’ambito del progetto “Itinerario Giovani” finanziato dalla Regione Lazio Politiche Giovanili e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la Gioventù. L’evento è prodotto e organizzato da Indiepanchine che fa parte dell’Associazione culturale musicale Pnc Lab in collaborazione con MarteLive.

Il programma

Venerdì 14 febbraio, dalle ore 14.00: Live con ascolto e consigli per ogni band con Carneo, Wepro, Panta Live: It’s up to you, Le Larve;

Sabato 15 febbraio, dalle ore 14:00: Live con ascolto e consigli per ogni band artista e produttore con Mai col Germani, Vins-t, Gli Orsacchiotti, Libertini.

(Il Faro online)