Seguici su

Cerca nel sito

Del Vecchio-Scalfati: “Su Bazzano serve un tavolo tecnico, ma il Comune…”

"La proprietà ha più volte richiesto inutilmente all’Amministrazione Comunale l’apertura di un tavolo di confronto"

Sperlonga – Sul caso-Bazzano, ed in particolare sulla richiesta dei consiglieri di minoranza del Comune di Sperlonga finalizzata all’adozione di provvedimenti tesi a risolvere le criticità della Marina di Bazzano (leggi qui), la proprietà Del Vecchio-Scalfati, titolare dell’area prospiciente alla citata zona litoranea, ha inviato una nota di chiarimento.

“La proprietà Del Vecchio-Scalfati, come ben noto ai rappresentanti di ‘Sperlonga Cambia’ – afferma la nota della proprietà – è da sempre ben consapevole del fatto che tale zona costiera necessiti di interventi idonei non solo a garantire una maggior sicurezza ma anche diretti ad innalzare gli standard di fruibilità e mobilità della zona.

Infatti già nel lontano 2005 presentò un progetto per la realizzazione di un’ampia area di parcheggi pubblici con la quale implementare l’accessibilità alla balneazione.

Tuttavia – prosegue la nota – l’Amministrazione Comunale negli anni ha di fatto reso vano ogni tentativo in tale direzione attraverso l’adozione di provvedimenti allo stato al vaglio della magistratura penale, poiché di dubbia legittimità. Ciò ha portato al sequestro di buona parte dell’area proprio da parte della magistratura penale, prima nel 2011 e poi nel 2013.

Nelle more di questa situazione, ad oggi tuttora in essere, è opportuno evidenziare come la proprietà abbia più volte richiesto all’Amministrazione Comunale l’apertura di un tavolo tecnico e di confronto allo scopo di pervenire ad una definitiva soluzione dei problemi, così da garantire un adeguato sviluppo dell’area di Bazzano. Ad oggi nulla si è mai concretizzato, malgrado le reiterate richieste”.