Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Fratelli d’Italia a Fiumicino “contro” Salvini, l’accordo di centrodestra rischia di saltare

I commenti a un "meme" riguardante il leader della Lega provocano tensioni a tutti i livelli

Fiumicino – Tutto nasce da un “meme” che vede Salvini al telefono parlare del Fiumicino Calcio. Il sottinteso è l’arrivo di Junior Cally – che la Lega avrebbe voluto escludere da Sanremo – alla corte di Simone Munaretto e del Garbaglia.

costa de vecchis

A sx Stefano Costa, a dx William De Vecchis

Stefano Costa, capogruppo di Fratelli d’Italia, ha commentato il post con ironica presa in giro; ironia “doppiata” da Valerio Fratoni, altro dirigente di Fratelli d’Italia, con un altro post di qualche tempo fa.

Il post contestato

Proprio Valerio Fratoni smentisce categoricamente che il post segnalato dalla Lega e  girato al giornale (pubblicato nell’immagine insieme agli altri) sia di oggi: “C’è una volontà di qualcuno di imbeccare il giornale per farci litigare. Quel post è stato cancellato un mese fa, e non fa riferimento a nulla di attuale – ci dice telefonicamente Valerio Fratoni -. Dunque se è stato abbinato alla querelle Costa-DeVecchis, evidentemente da qualcuno della Lega, è un’operazione per destabilizzare politicamente”.

Raggiunto telefonicamente anche il senatore De Vecchis, chiarisce: “Quella di oggi non è la prima volta che si vedono post ironici o offensivi contro la Lega da parte degli esponenti locali di Fratelli d’Italia. Ne ho registrati diversi in diversi mesi, e non credo sia questa la strada giusta per andare avanti con un accordo di centrodestra. Fino a oggi abbiamo lasciato correre, ma adesso basta. Ma se esponenti della Lega si mettessero a ironizzare su Giorgia Meloni, che direbbero gli esponenti di FdI?”

La lite

La presa in giro ha mandato su tutte le furie il senatore della Lega William De Vecchis, e ne è scaturito prima un botta e risposta sui social tra il senatore della Lega e il capogruppo di FdI, e poi una vera e propria crisi all’interno della costruenda coalizione di centrodestra.

Telefonate a raffica tra gli esponenti locali, provinciali, regionali e nazionali. Per la Lega evidentemente è inaccettabile prendere in giro il leader del partito e poi pensare che tutto ciò non abbia conseguenze, soprattutto se a farlo sono esponenti di spicco, o comunque di ruolo, del partito. Tanto meno in un momento in cui si cerca un dialogo per ricostruire una coalizione in vista della prossima tornata elettorale per le comunali.

Da parte di Fratelli d’Italia, al contrario, da quanto si evince si tratta solo di battute effettuate all’interno di goliardici commenti su una vicenda che comunque ha visto coinvolto un ragazzo di Fiumicino.

A complicare le cose, il timing degli avvenimenti: la polemica arriva proprio nel giorno dell’inaugurazione di una nuova sede di Circolo per Fratelli d’Italia a Fiumicino.

Sia come sia, la fotografia politica attuale è di alta tensione, con la messa in discussione del riavvicinamento tra le diverse anime del centrodestra.