Seguici su

Cerca nel sito

Sanità, Enrico Forte bacchetta Coletta: “Convochi la conferenza dei sindaci per la quota capitaria”

Forte: "La Asl di Latina è quella con la quota capitaria più bassa. Una situazione non più accettabile."

Latina – “Ho chiesto ufficialmente al sindaco di Latina Damiano Coletta di convocare la Conferenza dei Sindaci  per assumere iniziative adeguate all’aumento della quota capitaria assicurando adeguate risorse per le cure destinate ai cittadini pontini”, afferma, in una nota, il consigliere regionale e comunale di Latina Enrico Forte dopo aver inviato una richiesta ufficiale al primo cittadino di Latina.

Che cos’è la quota capitaria?

Che cos’è la quota capitaria di cui parla Enrico Forte? È l’impegno di spesa che la Regione Lazio mette a disposizione delle aziende sanitarie del territorio. 

E perché la quota capitaria è al centro della polemica? Lo spiega sempre Enrico Forte che fa sapere: “Nell’ambito della distribuzione delle risorse destinate alle aziende sanitarie locali del Lazio, la Asl di Latina è quella con la quota capitaria più bassa. Una situazione non più accettabile vista le mutate esigenze di un importantissima provincia ‘cuscinetto’ tre la macroaree di Roma e Napoli e delle relative popolazioni.”

Forte: “Si convochi la conferenza dei Sindaci”

E ancora: “Il consiglio regionale del Lazio ha già approvato uno specifico ordine del giorno collegato alla legge di stabilità 2020 testimoniando la volontà di intraprendere un percorso di riequilibrio delle risorse a favore dei cittadini. Nell’ottica di ripristinare l’equità sociale e l’uguaglianza di tutti i cittadini consentendo l’accesso alle cure in maniera adeguata nei diversi terrori del Lazio, dunque, è necessario che la conferenza dei Sindaci ponga in essere tutte le azioni necessarie affinché vi sia un riequilibrio della quota capitaria in grado di colmare l’evidente gap con le altre province.”

Poi Forte conclude: “Per queste motivazioni ho scritto al sindaco quale presidente delle conferenza dei sindaci della provincia di Latina per consentire ai primi cittadini di esprimersi ed avviare ufficialmente un dialogo con Asl e Regione“.

(Il Faro on line)