Seguici su

Cerca nel sito

Mulino Bianco prende casa a Ostia. E torna pure Suburra La Serie

Si gira all'ex colonia e al Borgo medievale lo spot Mulino Bianco. Suburra La Serie 3 "prenota" l'Idroscalo

Ostia – Fari puntati contro le finestre dell’ex colonia e finti alberi di cachi carichi di frutti nel Borgo Medievale: Mulino Bianco prende casa sul litorale romano.

Si gira il nuovo spot Mulino Bianco e la casa di produzione BRW Filmland ha scelto due location dove ambientare la famiglia felice del noto bran targato Barilla. Una scelta di prestigio, visto che la BRW Filmland è la stessa produzione che firma gli spot Larborghini, Pan di Stelle, Pasta Barilla e Fastweb, per dirne alcuni.

La presenza di camion cinematografici ha ingombrato per tutta la giornata lungomare Paolo Toscanelli. Domani saranno lontani: il lavoro è già finito. Gli ostiensi ci sono abituati e ne sono orgogliosi. In giornate come queste, infatti, quando già sembra entrare prepotentemente la Primavera e la sua buona luce nelle nostre finestre, non capita di rado ad Ostia, di incontrare camion di trasporti cinematografici che occupano interi isolati, con quel po’ di fastidio originato dalla difficoltà di trovare un parcheggio sotto casa, misto però all’orgoglio di sapere che, nonostante l’accanimento mediatico negativo, per lungo tempo rivolto a questo territorio, la macchina da presa è di nuovo qui, a cercare la scenografia perfetta.

Pochi km più avanti poi, superato il Porto, ecco ancora la produzione della fiction Suburra, arrivata addirittura alla serie 3, piazzata a girare tra le strade e sulla spiaggia dell’Idroscalo. Cominceranno nei prossimi giorni, appena i vigili urbani avranno finito l’ennesimo censimento per contare i residenti effettivi del villaggio alla foce del Tevere.

Come racconta bene il libro “Ostia set naturale” di Giulio Mancini, la scelta di girare nell’ex colonia Vittorio Emanuele III ricalca immagini già impiegate da registi importanti. L’imponente struttura fece da sfondo, per esempio a “Io la conoscevo bene”, film del 1965 diretto da Antonio Pietrangeli che faceva correre una splendida Stefania Sandrelli di ritorno dalla storica spiaggia della “Buca”, per rientrare al lavoro, nel negozio dove la protagonista fa la parrucchiera. Gli interni della ex colonia sono stati impiegati da Francesco Nuti per “Willy Signori e vengo da lontano” nel 1989. L’anno prima era stato Tinto Brass ad ambientarvi alcune scene di “Snack Bar Budapest“(1988) Le facciate dell’ex colonia, poi, sono parte integrante del film premio Oscar “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore (1988).

Di Ostia Antica è invece innamorato da tempo il regista Fausto Brizzi, che qui gira le sue commedie all’italiana, da “Indovina chi viene a Natale” (2013) con interpreti quali Gigi Proietti, Diego Abatantuono, Claudio Bisio, Claudia Gerini, Angela Finocchiaro, Cristiana Capotondi, a “Notte prima degli esami” (2006), “Notte prima degli esami – Oggi” (20079 e “Ex” (2008). Prima di lui (1983) era stato il grande Albertone nazionale che aveva fatto trovare casa al “TassinaroSordi e a sua moglie, la Buzzicona Anna Longhi. Per arrivare ai giorni nostri il Borgo ha fatto da location a due film campioni di incassi nel 2016 e 2017 “Poveri ma ricchi” e “Poveri ma ricchissimi” con un cast d’eccezione mantenuto per entrambe le produzioni: Christian De Sica, Anna Mazzamauro, Enrico Brignano, Lucia Ocone, Lodovica Comello e Bebo Storti, una modesta famiglia che vive all’interno del Borgo.

L’albero di cachi “piantato” nel chiostro di Sant’Aurea

Il fascino intramontabile del castello e della Cattedrale di Sant’Aurea hanno fatto da fondale anche agli spot. Ne citiamo due per tutti: le confetture Santarosa e la liquirizia Goleador.