Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus, Giovanni Malagò: “Lo sport attende risposte. L’obiettivo è tornare presto alla normalità”

Il Presidente del Coni è intervenuto a 90° Minuto. In stretto contatto con il Governo. Tanti appuntamenti prossimi per uno sport in difficoltà. Cosa succederà ? Solo le prossime ore potranno dirlo

Roma – Mentre il coronavirus ferma alcuni eventi sportivi, in alcune regioni coinvolte in queste ore dal contagio, l’altro pezzo del mondo dello sport va avanti e probabilmente deve farlo per rispettare scadenze e programmi. Ma cosa accadrà ?

L’unica cosa da fare è sentirsi. Tra Coni e Governo. Ha parlato poco fa Giovanni Malagò a 90° Minuto. E ha chiarito la posizione dello sport italiano rispetto a quello che sta accadendo in queste ore. Già ieri aveva indicato di essere a stretto contatto con il ministro Spadafora (leggi qui). Per le evoluzioni della situazione nel nord Italia dichiara: “Lo sport non può che attenersi alla disposizioni delle autorità competenti”. Sono stati sospesi alcuni eventi in programma in questo week end. Lombardia e Veneto hanno detto stop allo sport. Quattro partite di Serie A non si sono giocate.

Aspettiamo le prossime ore per capire quali siano le evoluzioni. L’obiettivo ovvio – ha proseguito Malagò – è quello di riportare tutto alla normalità e al più presto”. Campionati, calendari, tornei. Finali importanti. L’impegno internazionale delle squadre italiane. Si è soffermato sul caso dell’Inter che avrà la semifinale di Coppa Italia e la partita di Europa League, in quest’ultimo caso, il Presidente del Coni ha aggiunto: “Sarà l’Uefa a decidere”. E ha sottolineato: “Bisogna capire che cosa si potrà fare. Bisogna dare una risposta seria e la daremo”.

Martedì prossimo al Coni si svolgerà il Consiglio Nazionale e ci sarà anche Spadafora. Saranno le organizzazioni sportive ad attendere delucidazioni: “Le Federazioni e le Leghe avranno il quadro completo”.

Non ci sono difficoltà solo in Italia, ma anche all’estero. Tra due settimane in Corea del Sud ci sarà la Coppa del Mondo di short track e Arianna Fontana, pluricampionessa olimpica a PyeongChang 2018, esprime preoccupazione. Lo dichiara direttamente Malagò: “Ho incontrato Arianna e chiede cosa succederà”. A metà marzo a Cortina, si svolgerà la Coppa del Mondo di sci alpino. Malagò ha risposto: “Anterselva non è lontana da Cortina – ha spiegato il Presidente del Coni facendo riferimento al Mondiale di biathlon appena concluso – e oggi c’erano 35 mila persone. Vedremo quello che accadrà”.

Per quanto riguarda le Olimpiadi di Tokyo 2020, conclude: “Il programma è confermato. Sento il Cio ogni giorno. Intanto, non esistono variazioni”.

(Il Faro on line)