Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus, arriva la truffa del falso test

Presunti incaricati di strutture sanitarie sembrerebbero telefonare ad anziani per effettuare tamponi a domicilio.

Siamo della Croce Rossa e le veniamo a casa a fare il tampone per il Coronavirus“. Sembrerebbe che l’allarme Coronavirus stia generando oltre alla consueta ironia tutta italiana per esorcizzare la paura (leggi qui) anche fenomeni di truffa ai danni delle fasce più deboli e fragili della società.

Alcuni anziani sembrerebbero, infatti, aver ricevuto delle telefonate da presunti incaricati di strutture sanitarie che si sarebbero presentati a domicilio per effettuare accertamenti e tamponi preventivi contro il Covid-19.

L’allarme truffa è partito, come di solito accade, dalla piazza virtuale dei social media, ma il fenomeno sembra essersi diffuso al punto tale da indurre l’Amministrazione comunale di Nettuno a diramare un comunicato in cui si invita la cittadinanza a diffidare da telefonate di questo tipo e avvertire immediatamente le forze dell’ordine.

“Il Sindaco della Città di Nettuno – Ing. Alessandro Coppola – invita tutta la cittadinanza a diffidare da persone che si presentano quali incaricati da questa Amministrazione o dalla Asl per effettuare tamponi preventivi e/o di controllo per l’accertamento del Corona-Virus Covid-19.
In caso di sintomi sospetti invito tutti di non recarsi assolutamente al pronto soccorso ma chiamare i seguenti numeri telefonici:
§ 112    Centrale Operativa Nazionale
§ Numero Verde di Emergenza Nazionale 1500″