Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, furti e spaccio di droga: nel weekend arrestate 13 persone

Attimi di paura in via della Corazzata dove la folla ha accerchiato un brutto che stava assalendo una donna armato di coltello

Ostia – Nella giornata di ieri una pattuglia dei Carabinieri di Ostia, impegnata in un servizio di controllo del territorio, transitando in via della Corazzata di Ostia ha notato uno strano assembramento di persone; arrestata la marcia, i militari hanno così rilevato che alcune persone stavano cercando di bloccare un uomo armato di coltello.

I Carabinieri, prontamente scesi dal mezzo, hanno in poco tempo disarmato e immobilizzato l’esagitato che, è stato poi appurato, poco prima aveva avuto una lite con la propria convivente per dei banali motivi. L’uomo aveva dapprima minacciato di morte la donna e successivamente, estraendo e puntandole alla gola il coltello che portava con sé, l’aveva più volte colpita al volto.

La sua azione è stata, però, fortunatamente disturbata dall’intervento di alcuni passanti. I Carabinieri, dopo avere affidato la donna alle cure dei sanitari dell’ospedale Giovanni Battista Grassi di Ostia, hanno ammanettato l’uomo che su disposizione del magistrato di turno è stato associato presso la casa circondariale di Roma Regina Coeli e sequestrato l’arma.

Sempre a Regina Coeli è finito un cittadino romeno fermato nella mattinata ancora ad Ostia. L’uomo, incappato in un ordinario controllo dei Carabinieri, è risultato gravato da una richiesta di estradizione da parte delle Autorità del proprio Paese, a seguito di una condanna definitiva ad 1 anno di reclusione; in attesa di essere estradato, è stato sottoposto ad arresto provvisorio.

A Rebibbia, invece, è stato accompagnato un 70enne di Ostia arrestato nel pomeriggio dai Carabinieri. L’uomo, che fruiva il beneficio degli arresti domiciliari, è stato più volte “pizzicato” dai militari in palese violazioni delle prescrizioni imposte dal giudice, puntualmente riferite dai militari al magistrato. Il malfattore, pertanto, continuerà a scontare la sua pena in carcere.

Nel corso di uno specifico servizio antidroga sono finiti in manette, in 4 differenti operazioni, 6 spacciatori.
I Carabinieri della Stazione di Ponte Galeria, coadiuvati dai militari del Nucleo Cinofili di Santa Maria di Galeria, hanno arrestato un 21enne di origine albanese.

Il giovane, incensurato e senza fissa dimora, è stato controllato mentre si trovava alla guida di una Toyota Yaris, al cui interno i militari hanno rinvenuto e sequestrato quasi 90 grammi di cocaina, già suddivisa in 28 dosi, nonché materiale per il confezionamento della droga. Il pusher è stato arrestato e trattenuto nelle camere di sicurezza dell’Arma in attesa dell’udienza di convalida.

I Carabinieri di Ostia hanno sottoposto a controllo 3 persone (una 46enne romana e un filippino 41enne con precedenti penali e un cinese 30enne incensurato) tutte residenti ad Acilia, poiché erano state notate più volte in compagnia di alcuni soggetti conosciuti quali assuntori di sostanze stupefacenti.

I tre malfattori sono stati attesi dai militari in strada, bloccati e perquisiti; la stessa attività è continuata anche presso la loro dimora che ha consentito di scovare e sequestrare molteplici dosi di droga tipo “shaboo”. I tre pusher sono così finiti in manette e sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza dell’Arma in attesa dell’udienza di convalida.

I Carabinieri di Acilia hanno arrestato nella mattinata di ieri, invece, un 19enne incensurato del luogo poiché trovato in possesso di varie dosi di stupefacenti (tra marijuana, hashish e ketamina).

L’ulteriore perquisizione nella sua abitazione ha consentito di rinvenire complessivamente quasi 2 etti di droga oltre a tutto il materiale occorrente per il confezionamento in dosi dello stupefacente e alla somma di oltre 700 euro in contante, provento dell’attività illecita. Il pusher è stato accompagnato nelle aule dibattimentali del Tribunale di Roma, mentre lo stupefacente e l’altro materiale è stato sequestrato.

Ancora ad Acilia, i Carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi di un 25enne romano, già conosciuto alle Forze dell’Ordine, per spaccio di sostanze stupefacenti. Lo stesso, infatti, perquisito durante un normale controllo mattutino dei militari nelle vie centrali del quartiere, suggerito dal suo atteggiamento sospetto, è risultato in possesso di molteplici dosi di droga; la successiva perquisizione nell’abitazione ha consentito di scovare, in vari nascondigli abilmente praticati nelle pareti, ulteriore droga per una quantità complessiva di quasi 2 etti di cocaina. Il pusher, immediatamente arrestato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza davanti al giudice e lo stupefacente interamente sequestrato.

Ad Ostia i Carabinieri sono intervenuti nella notte, presso il supermercato “Carrefour” di piazza della Stazione Vecchia dove era stata segnalata la presenza di una persona in stato di agitazione. Giunti sul posto i militari hanno individuato all’interno dell’esercizio commerciale un giovane che, in evidente stato di alterazione psicofisica, dopo essersi impossessato di alcuni generi alimentari stava tentando di allontanarsi dal negozio.

L’uomo, fermato dai militari, ha dapprima rifiutato di fornire le proprie generalità e, successivamente, nel tentativo di darsi alla fuga, ha violentemente aggredito i Carabinieri, ferendone uno. Il malfattore, un 22enne già noto alle forze dell’ordine, è stato comunque sopraffatto ed immobilizzato dai Carabinieri che, dopo averlo ammanettato lo hanno tradotto presso il Tribunale di Roma per l’udienza di convalida.

Sempre nella notte, i Carabinieri di Ostia hanno bloccato 3 giovani studenti incensurati, sorpresi proprio mentre cercavano di rubare una bicicletta parcheggiata in corso Duca di Genova. La pattuglia in transito ha notato i 3 mentre armeggiavano e cercavano di rompere il lucchetto che assicurava la bici allo stallo. Dopo un breve inseguimento a piedi i tre ragazzi sono stati immediatamente bloccati e denunciati per “tentato furto”.

I Carabinieri di Ostia, impegnati nei pressi della fermata metro “Lido Centro” congiuntamente ai militari del 66° Reggimento Fanteria Aeromobile “Trieste”, hanno proceduto al controllo delle numerose persone che quotidianamente transitano nei pressi della stazione, tra cui una 41enne senza fissa dimora.

La donna, già pregiudicata per reati contro il patrimonio e sottoposta all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, all’atto dell’accertamento è risultata gravata da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Roma; sono così scattate per lei le manette che è stata arrestata e tradotta presso la casa circondariale di Rebibbia.

Ad Acilia, i Carabinieri della locale Stazione, su disposizione della Procura della Repubblica di Roma, hanno sottoposto agli arresti domiciliari due pregiudicati di 54 e 25 anni. Il primo, già sottoposto alla medesima misura per reati di natura fiscale, dovrà rispondere di una serie di maltrattamenti e vessazioni posti in essere verso la propria ex compagna. Il secondo invece, condannato in via definitiva per reati inerenti gli stupefacenti, dovrà scontare quasi 3 anni di reclusione.

(Il Faro online)