Seguici su

Cerca nel sito

Spending Review del settore informatico, nasce una nuova piattaforma per Ardea

Savarese: "Il Comune era dotato di diversi software non integrati tra loro che ogni anno procuravano una spesa superiore ai 130.000 €".

Ardea – Una nuova piattaforma software per il Comune di Ardea. L’amministrazione locale ha eseguito una spending review proprio sul settore dei servizi informatici, che procuravano una spesa annuale superiore ai 130.000 euro secondo quanto affermato dal sindaco Mario Savarese. La nuova piattaforma software del Comune è in “Cloud Computing” e cioè accessibile da qualsiasi postazione Pc attraverso una connessione Internet.

“Quest’Amministrazione – afferma il Sindaco – ha ereditato una situazione finanziaria estremamente critica che ci ha costretto a dare priorità ad una spendig review interna. Tra le varie spese fuori controllo abbiamo notato quelle sostenute per i servizi informatici. Il Comune di Ardea era dotato di diversi software non integrati tra loro che ogni anno ci procuravano una spesa superiore ai 130.000 €”.

“Abbiamo voluto lanciarci nella sfida di abbattere questi costi, ricercando al contempo una soluzione innovativa e integrata che sapesse guardare al futuro e soddisfare le nuove esigenze. Così abbiamo avviato una procedura a evidenza pubblica per l’individuazione di una piattaforma gestionale integrata, una soluzione informatica unica con la quale poter gestire tutte le attività dei diversi settori dell’Ente in perfetta corrispondenza con la normativa vigente”.

“Questa scelta – continua Savarese – ci ha permesso di risparmiare almeno un terzo rispetto alla spesa storica e al contempo ottenere grandissimi vantaggi sotto il profilo tecnologico, ma, soprattutto, in termini di servizi da poter erogare on line a cittadini e imprese. Per quanto attiene al risparmio economico va specificato che oltre ai costi diretti (licenze, assistenza e manutenzioni) abbiamo ottenuto una notevole riduzione anche dei costi indiretti”.

“Infatti, la nuova soluzione adottata dall’Ente è erogata in Cloud Computing, quindi accessibile da qualsiasi postazione Pc dotata di connessione Internet – anche attraverso strumenti mobile, tablet e smartphone, abbattendo i costi di investimento infrastrutturali e di gestione tipici delle installazioni in locale, sollevando così enti, amministratori e funzionari dalle responsabilità connesse alla sicurezza e ripristino dei dati”.

“La nuova piattaforma software offre numerosi vantaggi: una Banca dati unica che garantisce la completa integrazione del sistema, una gestione avanzata del documento elettronico dalla formazione fino alla sua archiviazione e conservazione digitale a norma, la gestione digitale dei procedimenti interni con tracciabilità delle pratiche, cooperazione e scambio d’informazioni e documenti tra enti a diversi livelli istituzionali per fornire servizi integrati, ma soprattutto la disponibilità di un portale integrato di servizi e pagamenti “on line” per cittadini e imprese che sarà attivato a breve”.

“Sarà sufficiente un collegamento ad internet e un account – conclude il primo cittadino – per gestire i tributi locali, i servizi a domanda individuale, per ottenere un certificato anagrafico o richiedere la carta d’identità elettronica. Ovviamente il passaggio dai vecchi sistemi alla nuova piattaforma è un’operazione complessa che potrà causare alcuni disagi momentanei, ma è un forte investimento per il futuro e garantirà ai cittadini e alle imprese un accesso ai servizi semplice e immediato”.

(Il Faro online)