Seguici su

Cerca nel sito

Carnevale ad Ardea, sfilata di carri all’insegna del sociale foto

Domenica 23 febbraio genitori e bambini hanno sfilato per le vie del quartiere da Largo dei Germani fino ad arrivare al Piazzale Nuova California (ex patio)

Ardea – Carri colorati e coriandoli ovunque per le strade di Tor San Lorenzo dopo la sfilata di Carnevale organizzata dall’Associazione Centro Hygge A.s.d.c. Domenica 23 febbraio genitori e bambini sono stati impegnati a percorrere le vie del quartiere da Largo dei Germani fino ad arrivare al Piazzale Nuova California (ex patio).

Gruppi di bambini e adulti mascherati da pagliacci, dalmata, personaggi Disney e supereroi hanno sfilato dando vita ad un tripudio di felicità e spettacolo. Diverse le Associazioni che hanno partecipato all’evento e tra i numerosi carri allegorici non è passato inosservato quello dell’Associazione Orpace, che portava con sé un importante messaggio sociale: la realizzazione di un centro diurno per disabili ad Ardea.

Il presidente dell’associazione, Jlenia d’Andrea, afferma: “La nostra associazione Centro Hygge A.s.d.c nasce con l’intento di creare un senso di appagamento a lungo termine in ogni cosa che si fa. Il nostro pensiero è quello di trasmettere attraverso una festa ogni rappresentazione di arte, condivisione sul nostro territorio, come punto di partenza per il futuro dei nostri giovani. Oltre all’organizzazione della manifestazione, abbiamo creato un carro con il tema del gioco“.

Difatti il carro del Centro Hygge, interamente decorato dai volontari dell’Associazione, portava con sé la scritta “Ricostruiamo il tempo del gioco”, tema centrale della manifestazione.

“Siamo sempre più convinti – continua la Presidente – che l’eccesso non va mai bene e quindi bisogna saper “misurare” e “dosare” anche l’evoluzione, la tecnologia. L’uso eccessivo degli smartphone e dei tablet ha portato i nostri ragazzi a non giocare più in modo sano e costruttivo, e noi a non giocare più tanto spesso con loro, sempre più presi da una vita frenetica, in corsa agli orari. Per questo vogliamo rappresentare “un passo indietro”, dove giochi semplici come le costruzioni, il gioco della campana, il colorare, i soldatini e le bambole erano strumenti di condivisione, libertà espressiva e sana. Insieme a noi, in questo evento, ci sono state altre associazioni che ogni giorno si preoccupano di aggiungere nella loro espressione quel tassello che serve per costruire”.

“Un ringraziamento all’associazione Gozadera, i cui spettacoli e insegnamenti ai ragazzi ci fanno ricordare che c’è un tempo per tutto, anche per ballare; all’associazione Orpace Aps, che affronta un tema importante, della disabilità di molti ragazzi che hanno bisogno del supporto psicologico e umano per affrontare e superare, ogni giorno, tante difficoltà; all’associazione La Casa Di Laura che si sofferma ad aiutare gli animali, esseri indifesi e meravigliosi che il più delle volte non vengono rispettati e che invece, oltre all’amore incondizionato che sanno dare, sono molto spesso impegnati a dare il loro contributo, aiutando anche chi ha problemi, chi ha più bisogno (pet terapie)”.

“Un ringraziamento all’associazione In Moto Per Passione – continua d’Andrea – , che sottolinea una grande passione che li accomuna e nello stesso tempo la mette al servizio degli altri. Queste persone spesso vanno negli orfanotrofi, nelle strutture, a strappare un sorriso a tanti bambini. Un ringraziamento anche agli Scout Ag dove il senso di condivisione, appartenenza e di fede è il carburante quotidiano. Un ringraziamento anche alla Scuola Di Rugby, che unisce i giovani ad una passione di vita sana, di giusta competizione, di rapporto di squadra, di disciplina, componenti indispensabili per il loro accrescimento. E infine, ma solo in ordine cronologico, i volontari delle guardie ecozoofile che oggi hanno deciso di supportarci in via ufficiosa e non ufficiale, e già questo dovrebbe fare capire di che collaborazione stiamo parlando, che persone sono”.

“Infine – conclude la Presidente – ci tengo a ringraziare in particolar modo Emanuele Calcagni, Sandro Caratelli, Luana Ludovici e il sindaco Mario Savarese per averci permesso di usufruire del locale dell’Ex Delegazione polizia locale per organizzare il Carnevale, sono molto contenta di questa opportunità. Grazie mille di cuore. Salutiamo tutti, anche le tante persone che hanno contribuito alla manifestazione e molte che ci hanno aiutato”.

(Il Faro online)