Seguici su

Cerca nel sito

Le Rubriche di Il Faro Online - Cinema

Coronavirus a Venezia, bloccate anche le riprese di “Mission Impossible 7”

La produzione del film, che vede come protagonista Tom Cruise, è stata interrotta in seguito all'ordinanza firmata dal Presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

Il coronavirus ha raggiunto anche il panorama cinematografico. Sono state interrotte le riprese dell’ultimo film della saga “Mission Impossible 7” che si dovevano tenere in Italia. Secondo la famosa testata giornalistica di intrattenimento “The Wrap” il settimo film della serie, prodotto dalla Paramount Pictures, aveva in programma di girare le riprese a Venezia per tre settimane nei set di Cannaregio, in campo Santa Maria del Giglio e tra campo Santo Stefano e San Vio.

La produzione del film, che vede come protagonista Tom Cruise, è stata interrotta in seguito all’ordinanza firmata dal Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che ha ordinato il blocco di tutte le attività.

“Per la sicurezza e il benessere del nostro cast e della nostra troupe e per la volontà del governo locale veneziano di fermare le riunioni pubbliche in risposta alla minaccia del coronavirus, stiamo modificando il piano di produzione per le nostre tre settimane da girare a Venezia”, afferma un portavoce della Paramount in un comunicato a The Wrap.

La fonte ha inoltre aggiunto che Tom Cruise non ha viaggiato in Italia e che i membri della troupe sono stati rimandati a casa fino al riavvio della produzione. Sembra che già da lunedì sera fosse in programma il rientro nel Regno Unito di alcuni membri della produzione, verso la quale verranno effettuati tutti gli accertamenti per verificare la negatività al virus.

L’uscita del film “Mission: Impossible 7”, diretto da Christoper McQuarrie, è comunque prevista nelle sale per il 23 luglio del 2021 e le riprese verranno girate in contemporanea all’ottavo film della saga.

(Il Faro online)