Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus, Codacons: “Rimborso a tifosi per biglietti stadio”

Si giocheranno senza pubblico alcune partite di Serie A. I tifosi e gli abbonati potrebbero riavere i propri soldi

Milano – Mentre si profila la possibilità di trasmettere in chiaro sulla Rai e su Sky le partite di calcio che a causa dell’emergenza coronavirus saranno disputate a porte chiuse, rimane aperto il nodo dei rimborsi in favore dei tifosi che hanno in mano biglietti e abbonamenti per gli stadi chiusi al pubblico. Sul tema, interviene il Codacons.

Le cause di forza maggiore che portano a disputare le partite a porte chiuse legittimano il diritto dei tifosi ad ottenere il rimborso integrale dei biglietti per lo stadio e di parte degli abbonamenti acquistati, non potendo più usufruire dei servizi acquistati – spiega il presidente Carlo RienziLe società di calcio sono obbligate per legge a restituire agli utenti quanto pagato per incontri cui i tifosi non potranno assistere a causa della chiusura degli stadi. Proprio sul tema delle clausole che limitano tale diritto al rimborso l’Antitrust, a seguito di esposto Codacons, ha aperto una indagine nei confronti delle società di calcio, volta ad accertare pratiche commerciali scorrette“.

A tutela dei diritti dei tifosi il Codacons ha pubblicato alla pagina https://codacons.it/coronavirus-eventi/  il modulo attraverso il quale i cittadini possono chiedere il rimborso di biglietti, hotel, e altre spese legate agli eventi sportivi annullati o disputati a porte chiuse.

“Il rimborso del biglietto aereo, in caso di rinuncia al volo, è impossibile”

ItaliaRimborso ci tiene a precisare che non è possibile, in caso di rinuncia al volo, il rimborso del biglietto aereo. A tal proposito, Italrimborso cita la Carta dei Diritti del Passeggero di Enac (eccola), che parla chiaro in questo senso.

“Le uniche spese rimborsabili relative alla rinuncia volontaria da parte del passeggero ad un volo, riguardano solo ed esclusivamente le tasse aeroportuali – si legge in una nota -. Dunque, i passeggeri che per questi motivi decidano liberamente di rinunciare al volo, possono chiedere direttamente alla compagnia aerea il rimborso delle suddette tasse aeroportuali. Null’altro.

Qualora, invece, sia la compagnia aerea a cancellare il volo, è possibile chiedere il rimborso integrale del prezzo del biglietto. Suggeriamo di consultare le linee guida cliccando il seguente link relativo al rimborso per volo cancellato: https://www.italiarimborso.it/rimborso-volo-cancellato.php“.

(Il Faro on line)