Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, allontanato dal giudice insulta la ex per strada: arrestato

Maltrattamenti e violenze erano stati anche il motivo della fine della relazione dei due conviventi e che avevano portato la donna a denunciare il 45enne

Fiumicino – Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Fiumicino hanno arrestato un 45enne romano, senza occupazione e con precedenti, già sottoposto al divieto di avvicinamento all’ex compagna, 44enne romana, in esecuzione dell’ordine di aggravamento della misura cautelare e contestuale sottoposizione agli arresti domiciliari, emesso lo scorso 24 febbraio dal Tribunale di Civitavecchia.

Il provvedimento è scaturito su richiesta dei Carabinieri che hanno accertato la violazione del divieto di avvicinamento da parte dell’uomo che, sia il 20 che il 21 febbraio, aveva raggiunto la ex compagna in strada e l’aveva aggredita verbalmente per futili motivi.

Maltrattamenti e violenze erano stati anche il motivo della fine della relazione dei due conviventi e che avevano portato la donna a denunciare il 45enne. Il Giudice, anche a seguito delle numerose relazioni presentate dai Carabinieri, aveva disposto il divieto di avvicinamento ma tale provvedimento non aveva convinto il malfattore a desistere dai suoi comportamenti.

I Carabinieri hanno quindi segnalato le violazioni al Magistrato di Sorveglianza, che hanno portato all’aggravamento della misura. L’arrestato è stato, quindi, sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in tribunale, e che il sistema giudiziario italiano prevede tre gradi di giudizio e la presunzione di innocenza fino a sentenza.

(Il Faro online)