Seguici su

Cerca nel sito

Digitale terrestre a Santa Marinella: Tidei incontra i funzionari del Mise

"Non abbasseremo la guardia sino a che non riusciremo, con tutti i mezzi in nostro possesso, a garantire il buon funzionamento delle trasmissioni".

Santa Marinella – Annoso e ben noto il problema di visione dei canali del digitale terreste a Santa Marinella, specialmente nei mesi estivi. L’amministrazione Tidei, dal primo giorno dell’insediamento, sulla scorta delle numerose lamentele ricevute ha sin da subito avviato tutta una serie iniziative che hanno trovato finalmente ascolto.

Per dovere di cronaca, il Sindaco alcuni mesi fa scrisse al Ministero per lo Sviluppo Economico ed alla Rai per segnalare il disservizio a cui è seguita, sempre su iniziativa del primo cittadino una vera e propria class action.

“Dopo tanto rumore finalmente una buona notizia – afferma in sindaco Tidei –  Ho incontrato oggi al Castello di Santa Severa dei Funzionari del Mise per discutere di questo problema che è iniziato tanti anni fa con il passaggio dalle trasmissioni analogiche a quelle digitali digitali.

Il primo intervento suggerito dai tecnici presenti è quello di sfruttare un sito oggi utilizzato da due emittenti radio locali a cui il comune dovrà  rivedere la concessione.

Il potenziamento di quel sito con tecnologie di ultima generazione, idonee per le trasmissioni TV, migliorerebbe, secondo il Mise, la diffusione e la qualità delle frequenze per poter “agganciare” quindi, i maggiori network televisivi (Rai, Mediaset).

Non si tratta di una chimera , ma solo di pazientare il tempo necessario per l’espletamento dell’iter burocratico. Una svolta epocale per Santa Marinella  e per i cittadini che pagano regolarmente il canone e che non possono fruire di un servizio costante e di qualità.

Non abbasseremo la guardia – conclude Tidei – sino a che non riusciremo, con tutti i mezzi in nostro possesso, a garantire il buon funzionamento delle trasmissioni, è impensabile che mentre si annuncia all’Italia intera l’imminente arrivo del Digitale Terrestre 2, dei canali in 4k,  qui a Santa Marinella i cittadini  sono costretti, pur pagando a guardare uno schermo nero.

Come al solito sarà nostra premura avvisarvi sulle evoluzioni”.