Seguici su

Cerca nel sito

Roma, bimbo abbandonato in strada vicino la stazione Termini: arrestata la madre

Al momento dell'arresto non avrebbe fornito spiegazioni in merito al gesto

Roma – E’ stata arrestata la madre del bimbo abbandonato giovedì davanti alla stazione Termini, a Roma. La donna, 25enne di origine croata, nata in Lombardia e residente nella Capitale, è stata rintracciata a Bologna dalla Polfer: era su un treno partito da Roma e diretto a Villach, in Austria.

La donna è stata arrestata con l’accusa di abbandono di minore e si trova ora in carcere di Bologna, in attesa di essere sentita dal magistrato. Al momento dell’arresto, secondo quanto si apprende, non avrebbe fornito spiegazioni in merito al gesto: il bimbo di appena 7 mesi è stato abbandonato su un marciapiede in via Principe Amedeo.

Le indagini sono state condotte in sinergia dalla polizia di Roma e dalla polfer di Roma e di Bologna, passando al setaccio i suoi contatti e tramite foto e segnalazioni, che hanno permesso di rintracciarla all’altezza di Bologna.

L’altra figlia della 25enne è stata portata all’ospedale Maggiore di Bologna per un ematoma nella parte orbitale del capo e, dopo essere stata visitata dai sanitari, ha ricevuto qualche giorno di prognosi e poi è stata affidata ai servizi sociali del Comune di Bologna.

La telefonata al 112

Ieri, un bambino è stato trovato su una carrozzina abbandonata a Roma. E’ accaduto intorno alle 17.20 di giovedì 27 febbraio in via Principe Amedeo, nel quartiere Esquilino.

A chiamare il 112 è stato un uomo che, non riuscendo a rintracciare la mamma o il papà del piccolo, ha dato l’allarme facendo scattare le indagini. Nelle immagini delle telecamere in strada si vede solo una donna vestita con cappotto e pantaloni scuri, scarpe bianche, lasciare in strada il passeggino con il bimbo e allontanarsi in direzione della stazione Termini con un altro bambino di circa 4 anni.

Coinvolti nelle ricerche anche gli agenti della Polfer che hanno messo a disposizione dei poliziotti del commissariato Esquilino, dove ora si trova il piccolo in buone condizioni di salute, i filmati del loro impianto di sorveglianza.

Vana anche la chiamata al 112 del direttore di un supermercato nella vicina via Gioberti, certo di aver visto una donna molto simile a quella descritta da alcuni testimoni mentre si allontanava lasciando incustodita la carrozzina.

Nel commissariato Esquilino, dove si trova tuttora il piccolo, anche gli agenti della Scientifica a caccia di impronte sul passeggino.

(Il Faro online)