Seguici su

Cerca nel sito

Rifiuti, sindaci del comprensorio uniti per dire “no” all’inceneritore tra Civitavecchia e Tarquinia,

I primi cittadini riuniti al Pincio hanno chiesto alla Regione un incontro per valutare altre soluzioni per lo smaltimento dei rifiuti

Civitavecchia – Si è tenuta nelle scorse ore presso Palazzo del Pincio la riunione tra i sindaci del comprensorio, con Civitavecchia rappresentata dal sindaco Ernesto Tedesco, dal Vicesindaco Massimiliano Grasso, dall’Assessore all’Ambiente Manuel Magliani, mentre erano presenti per Allumiere il Sindaco Antonio Pasquini, per Santa Marinella il Sindaco Pietro Tidei e per Tolfa il consigliere Domenico Lucianatelli.

È stata l’occasione in primis per ribadire la netta contrarietà al progetto di inceneritore tra Civitavecchia e Tarquinia, per cui la Regione Lazio ha indetto al 5 marzo la prima seduta della conferenza dei servizi, circostanza in cui i rappresentanti dei Comuni coinvolti avranno modo di motivare ulteriori contestazioni e chiedere l’archiviazione della procedura avviata, anche alla luce del recente emendamento approvato in consiglio regionale in ordine alle procedure pendenti di autorizzazione degli impianti di incenerimento.

Si è inoltre stabilito di sollecitare l’assessorato regionale per la partecipazione ad un incontro presso il comune di Civitavecchia per discutere con i rappresentanti del territorio in merito al tema dello smaltimento dei rifiuti di una soluzione alternativa e in netta contrapposizione all’inceneritore e funzionale esclusivamente al fabbisogno dei Comuni di questo comprensorio.

È stata altresì ribadita la volontà di Civitavecchia di ritornare ad esercitare il ruolo di Comune capofila nell’ambito del Consorzio per la gestione dell’Osservatorio Ambientale, dando seguito alla delibera di indirizzo del Consiglio comunale del 31 gennaio scorso: al riguardi gli uffici comunali hanno ultimato l’atto deliberativo che sarà esaminato nella prossima commissione competente, in programma il 4 marzo, è successivamente sottoposto al consiglio comunale. In tal senso, si registra anche la decisione di proseguire al più presto sul percorso per lo studio epidemiologico, approvato in sede di Osservatorio regionale dai rappresentanti delle Amministrazioni comprensorio nel novembre scorso.

Infine, i presenti hanno stabilito di interloquire con la Regione Lazio al fine di reperire ulteriori risorse per poter presentare al prossimo Seatrade di Miami un pacchetto complessivo con l’offerta turistica dei Comuni del comprensorio: il Vicesindaco Grasso è stato incaricato di portare avanti i contatti con la Regione Lazio per dare seguito al progetto di marketing territoriale comune in vista dell’importante kermesse internazionale.

(Il Faro online)