Seguici su

Cerca nel sito

Coronaviurs: scuole chiuse fino al 5 aprile, la smentita di Azzolina: “E’ una fake news”

La ministra: "Chi fa questi giochini si diverte alle spalle di milioni di studenti e genitori, della scuola. Lo trovo intollerabile"

Roma – “Gira un finto comunicato attribuito al Ministero dell’Interno in cui si dice che è stata disposta la chiusura delle scuole fino al 5 aprile. Chi fa questi giochini si diverte alle spalle di milioni di studenti e genitori, della scuola. Lo trovo intollerabile. Ma possiamo tutti fare qualcosa per fermare questa follia delle fake news virali. Verificare leggendo fonti ufficiali e non condividere contenuti non accertati”. Lo scrive su Facebook la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina.

De Micheli: “Non esclusa una proroga”

Non escludiamo allungamenti della data di chiusura delle scuole, sono pronta a sostenere anche decisioni più radicali pur di fermare il contagio perché questo accelererebbe la ripresa”. Lo afferma la ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli, a ‘L’Intervista’ di Maria Latella su SkyTg24.

De Micheli dice che il governo è “molto solido e consapevole a condividere le scelte per il Paese, caratteristiche che aiuteranno l’Italia, con il presidente e il Consiglio dei ministri si prendono decisioni meditate mai guidate da emotività”.

“La prossima settimana – aggiunge – dopo il voto del Parlamento sullo scostamento del deficit, approveremo decreto che si articolerà in tre grandi parti: la prima su investimenti su sanità, medici e strutture, la seconda sugli ammortizzatori sociali, con una Cig generalizzata, una operazione universale per imprese anche solo con un lavoratore per la durata dell’emergenza e un sostegno mirato alle famiglie per il blocco delle scuole, ma su questo la misura tecnica la stiamo ancora studiando”.

La ministra affronta poi la questione Alitalia. “Quello che sta succedendo, accelererà le discussioni nel governo” sul futuro della compagnia, perché “l’effetto coronavirus non è positivo”. De Micheli ricorda che “il decreto che rifinanzia la cassa scade al 31 maggio, ma davanti a questa crisi globale, dovremmo anticipare le nostre decisioni”. “Il dossier è del ministro Patuanelli con cui condivido la strategia” aggiunge, spiegando che “interverremo con il Fondo Volo“. “C’è un intervento societario e un intervento per i lavoratori” conclude.

(Il Faro online)