Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus, l’Ugl: garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori

Conti: "Tecnici che operano sulla rete di telecomunicazioni e chiunque abbia contatti con il pubblico deve immediatamente essere dotato di ogni dispositivo di protezione"

Più informazioni su

Roma – “Anche in una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo, non possiamo dimenticare di tutelare e salvaguardare la salute e sicurezza di chi deve lavorare per garantire presidi essenziali, come accade nel settore delle Telecomunicazioni”. Lo dichiara il segretario nazionale Ugl Telecomunicazioni, Stefano Conti.

“Consapevoli del grande senso di responsabilità e ragionevolezza richiesto a ognuno di noi per superare questo difficile momento – aggiunge -, occorre però evidenziare che, in un settore strategico come quello delle telecomunicazioni, per il funzionamento e per la connettività del Paese, alcune attività lavorative debbano essere presidiate costantemente e per questo ringraziamo lo spirito di sacrificio e di senso del dovere di migliaia di lavoratori e lavoratrici del settore”.

“Come sindacalisti però è nostro dovere lanciare un appello affinché i centri di maggior affollamento lavorativo, come i call center, vengano presidiati al minimo e sia consentito il lavoro in smart working da casa. Si può fare, si deve fare. Allo stesso modo i tecnici che operano sulla rete di telecomunicazioni e chiunque abbia contatti con il pubblico deve immediatamente essere dotato di ogni dispositivo di protezione adeguato ad intervenire per casi strettamente urgenti – conclude -. Tuteliamo la salute dei lavoratori ad ogni costo e prima si ripartirà tutti insieme per il bene dell’Italia”.

(Il Faro online)

Più informazioni su