Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus, Mattarella all’Unione Europea: “Aiuti e non ostacoli l’Italia”

Il Presidente della Repubblica: "Si attendono iniziative di solidarietà e non mosse che possono ostacolarne l’azione"

Roma – I mercati sono delusi dalle parole della presidente Lagarde (leggi qui) su un ‘whatever it takes 2’ e in difesa dell’Italia interviene il presidente Mattarella. “Non è il mio scopo, non siamo qui per ridurre gli spread“, aveva detto Lagarde con parole riferite anche all’Italia e poi parzialmente corrette: “L’Italia beneficerà delle nuove misure. Noi ci saremo“.

L’Europa solidarizzi, non ostacoli l’Italia“, è stato in serata il monito del capo dello Stato. “Bene la precisazione di Lagarde, sono certo che la Bce userà tutti gli strumenti a sua disposizione” perché lo shock da coronavirus non provochi una frammentazione‘ del sistema finanziario dell’area euro.

L’Italia sta attraversando una condizione difficile e la sua esperienza di contrasto alla diffusione del coronavirus sarà probabilmente utile per tutti i Paesi dell’Unione Europea. Si attendono quindi, a buon diritto, quanto meno nel comune interesse, iniziative di solidarietà e non mosse che possono ostacolarne l’azione.

Intanto, lo spread aveva superato 260 punti e in una seduta shock le Borse europee hanno bruciato 825 miliardi in un solo giorno. Milano perde 68 miliardi di capitalizzazione: il Ftse Mib chiude a -16,9%, il peggior calo di sempre in un sola seduta.

(fonte Ansa)