Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus ad Ardea, Tirrito: “Troppa gente in strada, aumentare i controlli”

Appello ai cittadini: "Ci vuole responsabilità, non usare le pieghe dei decreti per fare come ci pare".

Ardea – “Nonostante gli annunci, e la situazione ‘blindata’ in entrata e uscita dalla città, ad Ardea si continua a vivere riempiendo le strade per passeggiare, fare sport, portare a spasso i cani. Non si è capita la gravità della situazione, e così facendo mettiamo a rischio l’intera comunità”. A parlare è Maricetta Tirrito, Presidente del Laboratorio Una Donna.

“Non si venga a dire – prosegue – che sono attività autorizzate dai decreti. La passeggiata con il cane non prevede che si formino mini assembramenti con gente che ne approfitta per fare salotto, la passeggiata intorno casa per problemi di circolazione non implica mettersi a fare jogging bardati di tutto punto , come un allenamento qualsiasi. Così come il vizio del fumo non può autorizzare a sedersi al parco per fare salotto. Ci vuole responsabilità, non usare le pieghe dei decreti per fare come ci pare.

Questo atteggiamento dei cittadini, vanifica anche gli sforzi dell’amministrazione comunale per presidiare le vie di accesso al territorio. Si presuppone che chi in qualche modo può agire con superficialità nei confronti dei residenti di un comune sia chi viene da fuori, ecco il perché dei varchi. Risulta meno comprensibile il fatto che siano gli stessi cittadini a mettere in pericolo la propria incolumità. Dunque un suggerimento: oltre al controllo dei varchi, serve maggior controllo anche per le strade. Non è il momento di abbassare la guardia. Troppa gente indisciplinata, aumentare i controlli”.

(Il Faro on line – clicca qui per leggere tutte le notizie di Ardea)