Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Buoni spesa da emergenza covid-19: assegnati 567mila euro al X Municipio

La Regione Lazio ha stabilito la suddivisione dei buoni spesa per gli indigenti in proporzione con il numero di residenti. Il segretariato sociale Cisl

Ostia – Agli indigenti del X Municipio andranno buoni spesa per complessivi 567mila euro. E’ la somma destinata dalla Regione Lazio in relazione al decreto legge “Cura Italia”.

Il Governo ha destinato alla Regione Lazio uno stanziamento di 19 milioni di euro per far fronte alle esigenze delle famiglie bisognose e indigenti. Di questa somma, 7 milioni di euro sono stati assegnati alla città di Roma e si è provveduto a suddividere il finanziamento per i diversi municipi in proporzione al numero degli abitanti presenti alla data del 31 dicembre 2018.

Al X Municipio sono stati assegnati 567.281,44 euro in ragione di una popolazione censita di 231.701 residenti. Ovviamente, non si deve valutare la media individuale della somma spettante per ciascun residente (2,45 euro) bensì quello che è il contributo che verrà erogato a quanti faranno domanda al “segretariato sociale territorialmente competente anche per via telefonica o via mail  o a seguito di segnalazione ai servizi stessi  da parte degli Enti del Terzo Settore”.

Pertanto, “Il buono spesa/pacco alimentare ha un valore di 5 € a persona/giorno, elevabile a 7 € in caso in cui il destinatario sia un minore. Al fine di raggiungere il maggior numero di soggetti possibile il massimo importo concedibile in buoni spesa/pacchi alimentari per singolo nucleo familiare ammonta a 100 € a settimana. Le spese per medicinali sono riconosciute con riguardo alla situazione di disagio economico fino a un massimo di 100 €/mese”. E’ possibile anche che “i Comuni singoli o associati provvedono all’erogazione dei buoni spesa/pacchi alimentari ai beneficiari  attraverso l’attivazione di accordi con le catene di distribuzione alimentare per il servizio di consegna a domicilio  in forza di convenzioni con gli enti del terzo settore per la relativa distribuzione”.

I REQUISITI RICHIESTI

Per accedere ai buoni spesa bisogna essere in possesso di questi requisiti:

  1. residenza/domicilio nel Comune/Municipio in cui viene fatta la richiesta;
  2. per i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea, il possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità;
  3. essere in carico ai servizi sociali comunali e/o distrettuali. Qualora si tratti di nuclei familiari non in carico ai servizi sociali questi ne dovranno accertare lo stato di bisogno e procedere alla presa incarico;
  4. di trovarsi in una situazione di bisogno a causa dell’applicazione delle norme relative al contenimento della epidemia da Covid-19, previa autocertificazione che ne attesti lo stato;
  5. non essere beneficiari di altre forme di sostegno al reddito e alla povertà erogati da Enti pubblici (es. reddito di cittadinanza etc.). Solo in casi eccezionali è possibile procedere al contributo, previa certificazione dei servizi sociali competenti.

Il Comune di Roma al momento non ha dato indicazioni su quale sia il canale attraverso il quale far pervenire le domande. PER SCARICARE IL MODULO E LE MODALITA’ PER RICEVERE IL BUONO SPESA CLICCA IN QUESTA PAGINA.

L’IMPEGNO DELLA CISL NEL SEGRETARIATO SOCIALE

Intanto, anche per questa finalità, scende in campo la Cisl che terrà aperti alcuni dei suoi uffici per l’emergenza sociosanitaria da #covid19. Per il litorale romano è attivo quello di Fiumicino che dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 17,30 risponde ai numeri telefonici 06.65210605 o allo 06.65210650. Dalle 17,30 alle 20,30 il numero raggiungibile è il 3939741554, numero di cellulare che risponde anche al sabato e domenica dalle ore 9,00 alle 20,30. Il segretariato sociale della Cisl è raggiungibile anche all’indirizzo email segretariato.sociale@comune.fiumicino.rm.it oppure a restiamoincontatto@gmail.com. Ogni riferimento per le altre zone di Roma e della provincia, litorale incluso, si può trovare nella pagina facebook Cisl Roma Capitale Rieti.