Seguici su

Cerca nel sito

Alessio Coronas: “Covid-19, a Fiumicino notizie sempre in ritardo: ora basta”

Forza Italia: “Il sindaco Montino alzi la voce e si faccia rispettare”

Più informazioni su

Fiumicino – “E’ la terza volta che le notizie che riguardano il coronavirus piombano in città all’insaputa del Sindaco e della sua comunità. Premesso che in questi casi Montino risulta ‘vittima’ e non colpevole di ritardi e negligenze altrui, resta il fatto che non possiamo permetterci di andare avanti così”. Lo afferma Alessio Coronas, capogruppo  di Forza Italia.

“Il caso della famiglia contagiata lo abbiamo saputo prima dalle chat di whatsapp e dai giornali e dopo il Comune è stato informato; il caso della persona deceduta di Parco Leonardo lo abbiamo saputo prima dai giornali e poi dal Comune; l’ultimo caso proveniente da Civitavecchia ripropone lo scenario in cui accade qualcosa sul nostro territorio e siamo gli ultimi a saperlo.

Nel primo caso c’è la giustificazione che era il primo covid-positivo del Lazio, e dunque le procedure non erano attivate a dovere. Nel caso di Parco Leonardo, la mancata comunicazione dell’Umberto I alla Asl ha provocato il disservizio comunicativo. Adesso una Compagnia croceristica sembra aver preso accordi direttamente con un albergo, in barba ad ogni catena di comunicazione istituzionale.

Adesso basta. Forza Italia chiede al sindaco Montino una battaglia di trasparenza che riteniamo indispensabile. C’è qualcosa da rivedere nelle comunicazioni che arrivano al Primo cittadino, da parte di tutti gli Enti interessati. Abbiamo criticato Montino in tante occasioni, e continueremo a farlo, per come gestisce alcuni settori della nostra città e soprattutto per come si relaziona con i consiglieri comunali, ma qui è in gioco la credibilità dell’istituzione stessa. Per senso di responsabilità istituzionale, gli faremo sponda per ogni azione forte che ci auguriamo intraprenda subito nei confronti di chiunque, da ora in poi, tarderà ad informarlo su ciò che accade a Fiumicino e dunque non rispetterà la nostra città”.

 

Più informazioni su