Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus a Pomezia, stanziati oltre 700mila euro: stop al pagamento di tributi e servizi locali

Zuccalà: "abbiamo deciso di aiutare i nostri cittadini, sospendendo il pagamento di tributi e servizi comunali".

Pomezia – La Giunta comunale di Pomezia ha deciso di riapprovare in Giunta il Bilancio di Previsione 2020-22 per garantire i primi interventi di contrasto all’emergenza Covid-19.

Nello specifico, sono stanziati:
• 360mila euro per interventi di emergenza, sanificazione e pulizia, smaltimento dei rifiuti speciali;
• 114mila euro di incremento del fondo di riserva per altre spese urgenti e straordinarie;
• 250mila euro di copertura economica per le nostre società partecipate per i servizi delle farmacie comunali e socio-assistenziali.

Per contrastare le ripercussioni che l’emergenza legata al Covid-19 sta generando sull’economia nazionale e locale, la Giunta comunale ha sospeso gli adempimenti tributari legati al versamento dei seguenti tributi e servizi locali, differendolo alla data indicata per l’adempimento come di seguito:
– Tari: quanto dovuto per l’acconto 2020 in scadenza al 30 aprile, viene posticipato al 30 giugno 2020. La misura si intende operativa per le utenze domestiche e le utenze non domestiche.
Imposta di soggiorno: gli incassi conseguiti nei mesi da febbraio a luglio 2020, si intendono rateizzati automaticamente e verranno riversati in tre rate di pari importo il giorno 15 dei mesi di settembre, ottobre, e novembre 2020.
Piani di rateizzazione (anche Icp e Tosap): regolarmente autorizzati, le cui rate risultano in scadenza nel periodo compreso tra il 9 marzo e il 31 maggio 2020, si intendono rateizzati automaticamente e verranno riversati in quattro rate di pari importo il giorno 30 dei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre 2020.
Mensa scolastica: nulla è dovuto per i singoli pasti non usufruiti.
Trasporto scolastico: riduzione della retta fissa per quanto non usufruito e voucher/restituzione di quanto già pagato.
Asili nido comunali: riduzione della retta fissa per quanto non usufruito e voucher/restituzione di quanto già pagato.
Parcheggi a pagamento: sospesi.

“Abbiamo destinato all’emergenza Covid-19 oltre 700mila euro – ha spiegato l’Assessore Stefano Ielmini – rispettando il principio di equilibrio economico-finanziario del Bilancio. Si tratta di un plafond di risorse necessarie per attuare gli interventi che l’Amministrazione comunale intende effettuare per far fronte a tale emergenza sanitaria”.

“Le risorse stanziate nel Bilancio – ha evidenziato il Sindaco Adriano Zuccalà – vanno ad aggiungersi ai fondi stanziati dal Governo Nazionale e dalla Conferenza delle Regioni, che ammontano a circa 660mila euro, e saranno destinate alle esigenze di chi è più in difficoltà. Non solo, in questa fase emergenziale che sta già provocando pesanti ripercussioni, anche economiche, su imprese e famiglie, abbiamo deciso di aiutare i nostri cittadini, sospendendo il pagamento di tributi e servizi comunali. Siamo inoltre già a lavoro sul piano di rilancio per l’economia cittadina, appena finita l’emergenza sarà il momento di lavorare insieme per ripartire nel miglior modo possibile. Comprendiamo le difficoltà del momento e come Amministrazione vogliamo dare un segnale importante della nostra vicinanza”.

(Il Faro online)