Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus, scatta la quarantena obbligatoria per tutti quelli che arrivano in Italia

L'imbarco è invece vietato a chi presenti una temperatura corporea pari o superiore a 37,5 gradi

Più informazioni su

Roma - A partire dal 28 marzo 2020 - si legge in un avviso del Ministero della Salute - è fatto obbligo per tutte le persone fisiche entranti in territorio italiano, anche se asintomatiche, ad eccezione di personale viaggiante appartenente ad imprese con sede legale in Italia e di personale addetto al trasporto delle merci, di:

  • comunicare immediatamente al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio il proprio ingresso in territorio nazionale e l’indirizzo completo dell’abitazione o della dimora in Italia dove sarà svolto il periodo di sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario;
  • sottoporsi alla sorveglianza sanitaria e all’isolamento fiduciario per un periodo di quattordici giorni presso l’abitazione o la dimora indicata per la sorveglianza sanitaria/isolamento fiduciario;
  • ove non sia possibile raggiungere la predetta abitazione/dimora, comunicarlo all’autorità sanitaria competente per territorio;
  • in caso di insorgenza di sintomi da Covid-19, comunicarlo tempestivamente all’autorità sanitaria, tramite i numeri telefonici dedicati.

Inoltre, l'imbarco è vietato a chi presenti una temperatura corporea pari o superiore a 37,5 gradi.

E chi nella giornata di martedì 31 marzo si è recato all'aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci di Fiumicino, ha trovato le bandiere issate a mezz'asta. Anche Adr infatti ha aderito all'iniziativa dell'Anci di omaggiare e ricordare le vittime del coronavirus con un minuto di silenzio (leggi qui)

(Il Faro online)

Più informazioni su