Seguici su

Cerca nel sito

Forza Italia Fondi sull’emergenza Coronavirus: “Il San Giovanni di Dio deve avere priorità assoluta”

Forza Italia Fondi: "Bisogna potenziare e non svuotare il nostro ospedale, prevenendo anche facili strumentalizzazioni politiche."

Fondi – “Il San Giovanni di Dio deve avere priorità assoluta” è quanto afferma, in una nota, Vincenzo Carnevale, coordinatore di Forza Italia a Fondi, che poi rivolge a nome di tutto il partito un sentito ringraziamento a tutti gli operatori sanitari in prima linea in quest’emergenza sanitaria.

L’Amministrazione comunale – prosegue la nota – ha sempre sollecitato una maggiore attenzione della Regione Lazio e della Asl di Latina nella riorganizzazione del nosocomio fondano e tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale nonché quelle civiche mobilitate a riguardo hanno sempre condiviso e sostenuto tali sollecitazioni, pur nella consapevolezza delle proprie competenze e soprattutto che la sanità nazionale sta vivendo una fase critica e difficile, frutto anche di scelte assunte nei decenni precedenti per le quali oggi non ci sono medici e strutture dedicate ad affrontare adeguatamente sia le esigenze ordinarie sia quelle straordinarie.”

Poi Forza Italia fa una riflessione circa la ventilata possibilità di riorganizzare il reparto di ostetricia e ginecologia del San Giovanni di Dio (leggi qui) poi evitata dal pronto intervento del vicesindaco di Fondi, Beniamino Maschietto, che ha chiesto la sospensione del provvedimento “rivendicando la necessità di un confronto preventivo con le Istituzioni locali prima dell’assunzione di qualsiasi decisione sul futuro del San Giovanni di Dio di Fondi.”

Per il coordinamento locale di FI, quindi, oltre ai provvedimenti restrittivi e rigorosi già presi da Asl e Regione per arginare il rischio di contagio da coronavirus, è altrettanto urgente e doveroso da parte degli stessi enti dedicare all’ospedale di Fondi la stessa ed identica attenzione, potenziandolo e non svuotandolo, rendendolo presidio sanitario vero, garantendo ai nostri cittadini un’offerta sanitaria di qualità, prevenendo anche facili strumentalizzazioni politiche che oggi più che mai non devono interferire in alcun modo con il delicato lavoro in corso per far fronte all’emergenza.

“Siamo pienamente d’accordo – prosegue la nota – sulla sollecitazione fatta dal Vicesindaco al Direttore Generale della ASL e alla Regione Lazio di potenziare il Pronto Soccorso e, in generale, il nosocomio fondano. D’altra parte, prendiamo atto e apprezziamo la decisione della Asl di ripristinare nell’ospedale di Fondi il primo posto di terapia intensiva (leggi qui) a cui riteniamo debbano far seguito anche gli ulteriori tre posti perché essi siano strategici non solo in questo momento ma anche per il futuro.

Ci auguriamo che l’emergenza venga a cessare prima possibile e che da questa oggettiva difficoltà della rete sanitaria della nostra provincia, la Regione Lazio si renda conto di quanto è urgente e necessario investire di più nelle strutture delle province, affinché esse diventino funzionalmente integrate a quelle romane e possano garantire identici servizi sanitari ai propri cittadini.”

(Il Faro on line)