Seguici su

Cerca nel sito

Alleanza per Latina: “Il comune attivi una task force per le famiglie che hanno difficoltà”

"Diverse segnalazioni di famiglie in forti difficoltà nella nostra città sia per l'approvvigionamento di beni di prima necessità che per il pagamento delle bollette".

Latina – “Bene la solidarietà dei privati e dei commercianti, ma senza il coordinamento e il supporto del comune potrebbe non bastare” – è questo l’allarme lanciato da Alleanza per Latina, che prosegue: “Mentre tutti noi siamo preoccupati per la pandemia in atto e per le gravi conseguenze in termini di morti e di ammalati, oltre che per le prevedibili ripercussioni economiche su famiglie, imprese e lavoratori.

Ci giungono diverse segnalazioni di famiglie in forti difficoltà nella nostra città sia per l’approvvigionamento di beni di prima necessità che per il pagamento delle bollette. Forse non siamo ancora ai livelli di quei comuni dove alcuni giornali nazionali raccontano che si stanno organizzando gruppi per assaltare i supermercati o la pasta è schizzata a 12 euro al chilo e frutta e ortaggi hanno subito aumenti fino al 200 per cento in meno di un mese, ma siamo comunque preoccupati per una possibile situazione che rischia di diventare esplosiva se oltre alla solidarietà privata non si aggiunge un intervento significativo delle istituzioni, sopratutto quelle locali.

Apprezziamo le iniziative di chi in questo momento, si sta mettendo a disposizione della nostra comunità con raccolte fondi o creazioni di gruppi facebook per l’emergenza cibo in città, oppure l’iniziativa dei commercianti che hanno lanciato la possibilità di lasciare la spesa sospesa per chi ne avesse bisogno nei loro punti vendita.

Tutte azioni lodevoli e meritorie, ma senza un coordinamento o un supporto da parte dell’ente comunale potrebbero non bastare. Ecco dunque che rilanciamo al sindaco Coletta e ai suoi assessori la necessità della creazione di una task force sia per controllare le situazioni di estremo disagio, oltre ad effettuare una moral suasion sulle compagnie di servizi del gas, della luce per evitare che chi al momento non ha liquidità per far fronte alle bollette non subisca distacchi delle utenze.

Inoltre sarebbe opportuno che l’amministrazione preveda nel prossimo bilancio un apposito capitolo di spesa per far fronte alle necessità di quelle famiglie che oggi si trovano alle prese con una situazione emergenziale in termini economici, non potendo più percepire un reddito certo a causa del lock down.
Siamo sicuri che chi in questo momento chi non ha la liquidità per far fronte alle bollette e fa la spesa con grande difficoltà non può essere lasciato solo dal nostro comune”.