Seguici su

Cerca nel sito

Decreti anticoronavirus non rispettati, a Cerveteri 17 sanzioni

Nel weekend del 28 e 29 marzo 70 autoveicoli fermati e controllate 7 attività commerciali. Il sindaco Pascucci: "Bisogna rimanere a casa"

Cerveteri – Oltre 70 autoveicoli fermati, 7 attività commerciali controllate e sanzionati 10 trasgressori del Dpcm. È questo il resoconto dei pattugliamenti effettuati dalla Polizia Locale di Cerveteri nelle giornate di sabato 28 e domenica 29 marzo. Questi dati si uniscono ai 7 denunciati penalmente, all’attività commerciale chiusa e ai 100 fermati del weekend precedente.

“Ringrazio la nostra Polizia Locale per l’egregio lavoro che sta svolgendo in questa fase emergenziale – ha dichiarato il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – insieme ai Carabinieri di Cerveteri e Campo di Mare, alla Guardia di Finanza e le altre Forze dell’Ordine stanno effettuando posti di blocco e controlli mirati nelle zone più sensibili del territorio. È fondamentale però che ci sia la collaborazione da parte di tutti i cittadini. Per contenere la diffusione del virus bisogna rimanere a casa e limitare gli spostamenti alle sole motivazioni indifferibili. Anche dal Governo, nonostante i dati sembrano avere un trend al ribasso, è giunto infatti un ulteriore monito, nonché la proroga delle misure restrittive fino al 13 di aprile. Stiamo attraversando uno dei momenti più difficili della nostra storia, e riusciremo a farcela soltanto se tutti ci atteniamo alle regole e rispettiamo le limitazioni imposte dai diversi Dpcm. Confido nel senso di responsabilità di tutti”.

“Con l’occasione – conclude Pascucci – ringrazio la Comandante di Polizia Locale di Cerveteri, Commissario Capo Cinzia Luchetti e i Comandanti delle Stazioni dei Carabinieri di Cerveteri e Campo di Mare Giuseppe Castellitto e Franco Di Ruscio per la presenza e l’ottimo lavoro che stanno svolgendo in questa fase di crisi”.

(Il Faro online)