Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus, la Misericordia in Lombardia. I ragazzi tornano a casa, ma resteranno in quarantena fotogallery

Il diario del viaggio di Massimiliano, Matteo, Manuel, Paolo, Giuseppe e Andrea Nicol della Misericordia di Fiumicino, nel cuore della zona rossa.

Fiumicino – La missione è finita. I ragazzi della Misericordia, dopo il periodo passato in Lombardia, domani tornano alla base. Ma non è finita; dovranno passare due settimane in quarantena, essendo stati a contatto con moltissimi malati di coronavirus.

reportage misericordia

“E’ stata un’esperienza faticosa, toccante e gratificante al tempo stesso – raccontano Massimiliano, Matteo, Manuel, Paolo, Giuseppe e Andrea Nicol – Stare a contatto con la sofferenza, ma ancor più con l’angoscia, non è semplice. Abbiamo visto morire persone prelevate in casa 48 ore prima come asintomatiche, abbiamo visto morire due nostri colleghi del soccorso 118. Abbiamo registrato la paura negli occhi delle persone, l’addio rassegnato quando portavamo un anziano da casa all’ospedale.

C’è anche un lato positivo: è rappresentato dai rapporti umani che abbiamo costruito con i colleghi, che ci hanno sempre trattato benissimo. Persone nuove, strade che non conoscevamo, eppure tutto ha funzionato. Abbiamo condiviso momenti brutti e momenti belli, e certamente le amicizie che sono nate dureranno per sempre”.

I giovani della Misericordia di Fiumicino spediti nella zona rossa lombarda per dare il cambio agli operatori sanitari distrutti dalla fatica, hanno concluso il loro compito. Domani si torna a casa, come detto però, in quarantena fino a che sarà terminato il periodo-finestra di rischio.

Portano con sé il ricordo di questa missione, e una pergamena consegnata alla Misericordia dalla Croce Bianca di Milano(nella foto):

“Per il fattivo e significativo impegno civile e sociale dato alla nostra Associazione in questo periodo di emergenza che sta sconvolgendo il mondo intero”.

I giovani figli di questa terra tornano dunque a casa, e con il loro rientro termina anche il diario che Il Faro on line gli ha voluto dedicare, per raccontare alla nostra comunità cosa ci fosse davvero nella zona rossa… Il loro impegno è un esempio per tutti.

Il Faro on line – Clicca qui per leggere tutte le notizia di Fiumicino