Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19, alla stazione di Roma Termini termoscanner per i viaggiatori in arrivo

Raggi: "È un’iniziativa fondamentale per contenere la diffusione del coronavirus, che io stessa avevo sollecitato"

Roma – A partire da martedì 7 aprile 2020, nella stazione ferroviaria di Roma Termini saranno presenti i “termoscanner” per misurare la temperatura corporea dei viaggiatori in arrivo. E presto arriveranno anche nelle altre grandi stazioni della Capitale, come Tiburtina e Ostiense.

Ad annunciarlo è la sindaca di Roma, Virginia Raggi, tramite un post sulla sua pagina Facebook, aggiungendo: “È un’iniziativa fondamentale per contenere la diffusione del coronavirus, che io stessa avevo sollecitato alle istituzioni competenti (leggi qui) e che diventa realtà grazie al contributo decisivo dell’Ordine dei Medici di Roma, che ringrazio per l’impegno e la disponibilità.

Nelle stazioni arriveranno più di 20 medici che opereranno a titolo gratuito e che si uniranno ai volontari della Protezione Civile di Roma Capitale e della Croce Rossa Italiana. La presenza dei sanitari sul posto è fondamentale: dopo i primi controlli sulla temperatura dei passeggeri, qualora sia necessario si deve procedere a una visita più approfondita all’interno di un “triage” che Ferrovie dello Stato ha già predisposto in alcune aree isolate dei principali scali ferroviari della nostra città.

L’intera operazione è il frutto di un lavoro di coordinamento istituzionale e della generosità dei medici, donne e uomini che ogni giorno combattono in prima linea questa battaglia. Solo rispettando le regole, con la prevenzione e con i controlli riusciremo a superare il prima possibile l’emergenza”.

I controlli con i termoscanner alla Stazione Termini non inizieranno da martedì 7 aprile ma nei prossimi giorni. Si attende che termini il corso di preparazione con l’Asl dei medici volontari, richiesto oggi.

Il Faro online / Foto pagina Facebook Virginia Raggi – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana