Seguici su

Cerca nel sito

Ospedale S. Andrea, Righini FdI: “Con la camera operatoria Brain Suite smantellata, quali cure per i tumori cerebrali?

Il Consigliere: "Sembra che la giunta Dem ancora non abbia capito la dura lezione del Covid19"

Regione Lazio – “Zingaretti e D’Amato spieghino perché non impediscono lo smantellamento di questa apparecchiatura di alta tecnologia, deciso dal direttore generale dell’Ospedale S. Andrea di Roma, che sarebbe un errore imperdonabile.

Infatti la Brain Suite dal 2009 al 2017 ha una media annua di circa 150 interventi effettuati, cifra importante che potrebbe essere ulteriormente incrementata con opportuni investimenti.

Preoccupa ed indigna, la facilità con cui si fa scempio di un eccellenza sanitaria che potrebbe servire tutto il Centro-Sud consentendo anche di risanare il disavanzo di circa 700 milioni di euro di mobilità passiva e garantire cure per una patologia complessa e con alto indice di mortalità come il tumore cerebrale, in un periodo di grande pressione per la Sanità Regionale.

E’ profondamente anti democratico aggirare un Odg approvato all’unanimità dall’Aula della Pisana solo due mesi fa, in cui si impegnava la Regione a riattivare la Brain Suite, camera operatoria tra le pochissime in Italia, acquistata nel 2004 al costo di 10 milioni di euro è inutilizzata dal 2017 per mancato rinnovo del contratto di manutenzione.

Sembra che la giunta Dem ancora non abbia capito la dura lezione del Covid19 sulla necessità di dotare preventivamente gli ospedali di attrezzature ad alta tecnologia e di mantenere in efficienza quelle già acquistate, sia per fronteggiare le emergenze, che per conseguire livelli d’eccellenza nel Servizio Sanitario del Lazio.” – Così in un comunicato; Giancarlo Righini, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie della Regione Lazio