Seguici su

Cerca nel sito

“Si proroghi la scadenza delle bollette per altri 60 giorni”, la richiesta di Fondi vera

Ciccone: "Gli undici Comuni ex zona rossa hanno già ottenuto questa proroga e vorremmo che fosse applicata anche a Fondi, che sta risentendo delle misure restrittive attuate."

Fondi – La lista civica “Fondi vera”, insieme al suo candidato sindaco, Francesco Ciccone, tornano in campo per sostenere la loro città, prima “zona rossa” del centro sud, ormai blindata dallo scorso 19 marzo.

Nello specifico, “Fondi vera” lancia una proposta: prorogare di altri 60 giorni la scadenza delle bollette, come già successo in altri Comune del nord Italia blindati in precedenza. “Sulla scia della decisione presa da “Acqualatina S.p.A.”, con l’estensione di 30 giorni per i termini di pagamento di tutte le bollette a far data dal 1° marzo in avanti, senza procedere ad alcun sollecito di pagamento tanto meno al conteggio degli interessi in mora.” Una proroga, per un totale di 90 giorni, che vuole agevolare gli utenti in difficoltà e permettere di usufruire del servizio idrico indispensabile.

“Contestualmente – proseguono da Fondi vera-, rendiamo pubblica la richiesta inoltrata all’Arera Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ed al Comune di Fondi affinché sia intrapresa un’azione comune al fine di sospendere fino al prossimo 30 Aprile le bollette emesse o da emettere di luce e gas, con obbligo di rateizzazione automatica degli importi per il successivo pagamento, per tutte le utenze rientranti nel territorio della nostra città.

Gli undici Comuni “ex zona rossa” in Lombardia e Veneto, ovvero Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e Vo’, hanno già ottenuto questa proroga dei pagamenti e – conclude la nota – vorremmo fosse applicata anche a Fondi, che da molte settimane ormai risente delle misure restrittive attuate.”

(Il Faro on line)