Seguici su

Cerca nel sito

Pacchi alimentari a Civitavecchia, Riccetti: “Raggiunti anche 363 minori in difficoltà”

"Si tratta di una operazione complessa, che prevede la distribuzione capillare di pacchi mirati alle esigenze di ogni singola famiglia".

Più informazioni su

Civitavecchia – La grande opera di solidarietà messa in piedi l’11 marzo scorso ha ormai raggiunto numeri di tutto rispetto. Protezione Civile e Croce Rossa, con la collaborazione della Fondazione Cariciv e la supervisione dei Servizi sociali, da quasi un mese stanno rifornendo di generi di prima necessità le famiglie in difficoltà, come spiega l’Assessore ai Servizi sociali Alessandra Riccetti.

I nuclei familiari che supportiamo con il pacco viveri (implementato dalle donazioni) sono 389. All’interno di queste, contiamo 363 minori coinvolti. In queste settimane la rete di volontari e operatori che abbiamo messo a sistema ha potuto compiere sul territorio circa 1500 interventi. È il frutto di un lavoro di squadra, svolto con grande serietà, con un costante contatto tra gli uffici comunali e la società per i buoni spesa.

Si tratta di una operazione complessa, che prevede la distribuzione capillare di pacchi mirati alle esigenze di ogni singola famiglia. In questa settimana, con la Croce Rossa, si stanno organizzando appositi pacchi alimentari che comprendono le colombe e le uova di Pasqua per i bambini e i ragazzi. Un segno di normalità che sarà possibile dare, pur nella straordinarietà di questo momento”.

La pressione sui servizi sociali, che stanno comunque mettendo in campo altri strumenti, ci sta alzando. “I dati delle richieste di aiuto sono in crescita. Presso il Polo logistico d’emergenza di Fiumaretta, il nostro Centro Operativo Comunale di Protezione Civile sta predisponendo uno spazio con 14 container per lo stoccaggio di generi alimentari, inclusi prodotti freschi. Ciò è possibile anche grazie alle donazioni che abbiamo raccolto in queste settimane e che continueremo a raccogliere.

Parallelamente agli strumenti che sono stati attivati dai livelli sovracomunali, la nostra Amministrazione è stata in grado di mettere in piedi uno strumento di emergenza che si è rivelato prezioso. Questo è il frutto della capacità di analisi e pianificazione messa in atto dagli operatori dei Servizi sociali e di Protezione civile, dall’energia delle donne e degli uomini di Croce Rossa, dalla supervisione della fondazione Cassa di Risparmio e dal grande cuore dei volontari e dei donatori privati. A loro va il ringraziamento personale mio, del sindaco Ernesto Tedesco e dell’amministrazione comunale tutta”, ha concluso l’Assessore Riccetti.

Più informazioni su