Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus, il messaggio del sindaco di Nettuno ai cittadini

Nettuno – Di seguito riportiamo il testo integrale del messaggio inviato ai cittadini di Nettuno dal sindaco, Alessandro Coppola:

In qualità di Sindaco di Nettuno, prima della Santa Pasqua che ci apprestiamo a festeggiare, ci tengo a fare il punto della situazione sul lavoro svolto in quest’ultimo durissimo mese, in cui Nettuno ha dovuto affrontare la situazione più critica dal dopoguerra ad oggi, all’interno di un contesto nazionale drammatico, che vede Regioni del nostro Paese colpite tanto duramente da far si che ognuno di noi, nel suo cuore non possa non rivolgere ad ogni vittima, ogni famiglia in sofferenza, un pensiero di profondo affetto e solidarietà.

Nettuno, l’Amministrazione tutta, gli uffici, stanno facendo la loro parte con il massimo impegno per aiutare i cittadini e contrastare con ogni mezzo la diffusione del virus e i suoi effetti nefasti oltre che per la salute anche per l’economia nazionale e locale e per la situazione di tante famiglie che oggi si trovano in difficoltà.

Voglio cogliere l’occasione per ringraziare per l’immenso lavoro svolto la Dirigente ai Servizi sociali del comune di Nettuno Margherita Camarda, che con una professionalità senza eguali e in collaborazione con l’assessore Maddalena Noce, dell’Amministrazione tutta, opposizione di centrosinistra e grillina compresa, è riuscita a mettere in piedi un sistema di tutele e sostegno sociale a cui molti guardano come esempio.

Il Comune di Nettuno è in contatto telefonico quotidiano con tutti i cittadini in quarantena e con le persone sole, anziani, disabili, persone che patiscono anche psicologicamente la condizione attuale. Il Comune e i servizi sociali, con il patrimonio delle Associazioni locali, è in costante contatto con le fasce deboli della popolazione che chiede sostegno pratico ma anche psicologico.

Il Comune si è organizzato per la consegna e il pagamento dei farmaci a domicilio per tutti coloro che ne hanno necessità. Il Comune, ben prima che fosse chiaro l’importo degli stanziamenti regionali e statali ha avviato la consegna dei pacchi alimentari a domicilio per chi ne aveva bisogno e ne ha fatto richiesta al Comune. Nessuno è stato lasciato senza un sostegno.

Il Comune di Nettuno ha organizzato il trasporto sociale per le visite mediche urgenti per pazienti in difficoltà, il servizio di raccolta indifferenziata speciale per le persone positive al virus e quelle costrette in quarantena.
I buoni spesa già oggi sono stati consegnati presso il centro raccolta e sono disponibili già da oggi le prepagate del Conad mentre da domani, sabato di Pasqua, altri beneficiari avranno le tessere del Carrefour.

Sono state processate oltre 500 richieste da parte dei cittadini, moltissimi dei quali sono già stati chiamati per la consegna del beneficio richiesto, altri dovranno essere richiamati perché non hanno risposto. Solo ieri il Comune ha contattato 150 persone per i buoni pasto e si andrà avanti ad oltranza con le telefonate per chiamare tutti prima di Pasqua. Le consegne dei pacchi saranno portate a termine tutte entro sabato sera e riprenderanno martedì mattina.

I Servizi sociali, in questo momento di superlavoro, non si sono fermati mai e sono state portate a compimento le gare per il reddito di cittadinanza e l’assistenza domiciliare educativa che sono dei cardini di un settore che è il fiore all’occhiello di questo comune a cui teniamo enormemente. A breve attendiamo dalla Regione aiuti anche per i canoni di locazione.

Tutti stanno dando l’anima per aiutare ogni cittadino in difficoltà. Voglio ringraziare anche chi sta lavorando affinché Nettuno guardi al futuro, come la giunta comunale tutta e l’assessore Dell’Uomo, che dopo essersi speso per la sanificazione delle strade sta abbellendo la città con i fiori donati da cittadini privati a cui va tutto il mio ringraziamento. Così come al Direttore del Sicily Rome American Cemetery and Memorial, che ha messo a disposizione due giardinieri per la piantumazione dei fiori, cementando il sempre ottimo rapporto di fratellanza con il Comune.

In questo periodo storico gravissimo non sono mancati atteggiamenti critici e continue quanto sterili polemiche spesso di mera natura politica. Questi atteggiamenti lasciano un velo di amarezza in chi si trova a dover Governare in un momento tanto critico perché è evidente che c’è chi fatica a comprendere il momento storico e non si rende conto del significato profondo del ruolo di rappresentante dei cittadini.

Dispiace che ci sia chi critica il lavoro meraviglioso degli uffici del Comune, rapidissimi a dare risposte all’emergenza, preferendo onlus private con cui si fa clientelismo, dispiace che ci sia chi ha deciso di sedere al comodo banco del giudice, per puntualizzare ogni decisione e ogni spesa con toni per cui è difficile persino trovare un aggettivo. Dispiace che ci sia chi strumentalizza quelle che erano comuni e legittime paure legate alla presenza di migranti a rischio contagio, con atteggiamenti razzisti e chi dal lato opposto, parlando di razzismo e xenofobia continua a perpetrare sui quotidiani nazionali, l’immagine di Nettuno come città fascista.

Cosa molto lontana dal vero. Dispiace che anche di fronte a questa emergenza si faccia fatica a mettere da parte ambizioni politiche per contribuire tutti, senza che una voce sia più alta dell’altra, a delle soluzioni condivise che rappresentino il meglio per la città. Spero che dal prossimo martedì ci sia il risveglio di una vera coscienza comune che riesca a traghettarci insieme fuori da questa situazione e ci possa far ripartire come Comune e come Paese Italia, verso una ricostruzione che porti maggiore giustizia, coesione sociale e spirito di collaborazione. Questa è l’unica strada che vedo.

Concludo con l’augurio che tutti i cittadini di Nettuno possano passare una Buona Pasqua, mi aspetto da tutti il rispetto delle regole e che, come farò io, si resti tutti a casa.

Il Sindaco della Città di Nettuno
Alessandro Coppola