Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Europei di judo, nuova data proposta dall’EJU: sul tatami a novembre

Il coronavirus sta condizionando le competizioni sportive. Annullate e slittate. Il Campionato Europeo a Praga prima della fine dell’anno, ma si attende la conferma

Il calendario del judo internazionale segue la tendenza delle decisione della Fijlkam. Sono ferme tutte le attività in Italia e non riprenderanno prima del 30 giugno. Sul tatami si potrà tornare nell’ultimo quadrimestre dell’anno 2020.

L’emergenza sanitaria del coronavirus ha bloccato campionati e tornei che erano in programma, in base alle Olimpiadi che slitteranno di un anno. Il virus ha scombussolato i piani sportivi delle federazioni sportive italiane e anche quelle mondiali. Allora, gli Europei di judo che si sarebbero dovuti tenere i primi giorni di maggio, subiranno un importante posticipo.

Si salirà sul tatami continentale nel mese di novembre. E’ la nuova data proposta dall’EJU. Dall’8 al 10 novembre si svolgeranno i Campionati Europei. La conferma non è definitiva ancora. La palla passa ai gestori dell’impianto in cui si terrà la competizione, che dovranno trovare un accordo unanime.

Quella individuata è la seconda data proposta dalla Federazione Internazionale, in base al diffondersi del Covid-19 e in base alla progressione della pandemia nel mondo. Nei primi momenti della crisi sanitaria, l’organizzazione del judo internazionale aveva indicato a giugno una possibile competizione. Ma i cambiamenti in atto della malattia ha spinto l’EJU a proporre una data diversa.

(Il Faro on line)(foto@fijlkam)