Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus, Von der Leyen: “L’Unione Europea chieda scusa all’Italia”

Per von der Leyen, "serve un piano Marshall per la ripresa dell'Europa", che deve essere messo in piedi "immediatamente"

Bruxelles – “E’ vero che nessuno era davvero pronto per questo. E’ vero che molti non erano lì” quando l’Italia aveva bisogno, alle prese con la pandemia di Covid-19. “Per questo è giusto che l’Europa offra le sue più sentite scuse” all’Italia. Lo dice la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, intervenendo nella plenaria del Parlamento Europeo a Bruxelles.

Von der Leyen

L’Europa, ha detto ancora, “ha avuto crisi economiche prima, ma mai una chiusura come questa. Nessuno ne ha colpa e servono misure senza precedenti” per contrastare gli effetti economici della pandemia di Covid-19.

Per von der Leyen, “serve un piano Marshall per la ripresa dell’Europa”, che deve essere messo in piedi “immediatamente”. E l’Mff, il bilancio pluriennale dell’Ue 2021-27, uno strumento in cui gli Stati hanno “fiducia”, sarà “la nave madre della nostra ripresa. Per questo motivo il prossimo Mff dovrà essere diverso” dai precedenti. “Esorto gli Stati membri – continua la presidente – a sfruttare al massimo Sure, il nuovo schema proposto dalla Commissione per proteggere le persone dal rischio di disoccupazione”.

“Fornirà 100 miliardi di euro per aiutare i governi a colmare la differenza – spiega von der Leyen – se il datore di lavoro ha ridotto l’orario di lavoro o se il lavoratore autonomo ha bisogno di aiuto. La bellezza del programma Sure è duplice: prima di tutto aiuterà a chi ha bisogno a pagare l’affitto, le bollette e il cibo, tenendo altre imprese in vita nel frattempo”, sostenendo la domanda interna. “Secondo, è per definizione un atto di solidarietà europea. Gli Stati membri che possono farlo forniranno garanzie, in modo che gli altri Paesi possano supportare chi è stato colpito più duramente”, spiega.

In Europa, ha continuato, “naturalmente c’è sempre qualcuno che vuole puntare il dito per distogliere l’attenzione dalle proprie colpe. E ci sono altri che preferiscono parlare come populisti, piuttosto che dire verità impopolari. A questi dico basta”.

“Basta – continua von der Leyen – abbiate il coraggio di dire la verità e di battervi per l’Europa, perché questa nostra Unione ci farà superare questa crisi. E ci darà un domani forte, se lo prepariamo oggi. Se avete bisogno di ispirazione, basta guardare a come i popoli d’Europa stanno insieme, con empatia, umiltà e umanità”.

I medici, gli infermieri e i lavoratori del settore sanitario che combattono ogni giorno contro l’epidemia di Covid-19 salvano “l’onore” dell’Europa, sottolinea quindi la presidente della Commissione Europea. “Soprattutto – dice von der Leyen – ringrazio e rendo omaggio ai nostri eroi, i medici, gli infermieri, i lavoratori della sanità. Sono loro, con le facce segnate da graffi e con immagini tragiche nei loro cuori e nei loro occhi, quelli che tengono le mani dei malati, al posto delle famiglie che non possono esserci. Sono loro che salvano le nostre vite e che salvano il nostro onore”. “Dobbiamo proteggerli, in modo che loro possano proteggere noi”, conclude. (fonte Adnkronos)