Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19, proclamato lo sciopero dei dipendenti Ama: “Vogliamo più sicurezza”

I sindacati: "Mancano misure efficaci per salvaguardare la salute dei lavoratori"

Roma – “Dopo la morte di un dipendente di Ama, e con un altro lavoratore in gravi condizioni, a tutt’oggi mancano misure efficaci per salvaguardare la salute dei lavoratori“. Così Fp-Cgil, Fit-Cisl e Fiadel di Roma e Lazio indicono per il 20 aprile lo sciopero dei dipendenti Ama.

“Sarà ancora lunga l’emergenza, e non possiamo permetterci questa inefficienza – si legge in una nota congiunta dei segretari generali Gian Carlo Cenciarelli, Marino Masucci e Massimo Cicco -. Dopo decine di riunioni e un accordo non rispettato, dopo più di un mese di risposte evasive di Ama sulla salute e sicurezza di migliaia di dipendenti che hanno a che fare con la spazzatura in un periodo di pandemia, proclamiamo lo sciopero dei lavoratori per il prossimo lunedì 20 aprile, per gravi eventi lesivi della sicurezza e incolumità dei lavoratori”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana